Category: Statistiche e Studi

z case sv

La Liguria ha perso in un anno altri 6 mila abitanti (1.746 in meno a Savona)

Non accenna a fermarsi la lenta erosione della popolazione ligure, in corso ormai da oltre cinque anni. Secondo i dati Istat elaborati dall’Ufficio Studi di Cgil Liguria, gli abitanti, lo scorso anno, sono scesi di 6 mila unità rispetto all’anno precedente, passando da 1 milione 557 mila a 1 milione 551 mila. Le maggiori perdite percentuali sono state registrate dalla provincia di Savona con 1.746 abitanti in meno (-0,63%), seguita da Genova con una flessione di 3.777 unità (-0,45%), Imperia con un calo di 465 abitanti (-0,22%) e La Spezia che ha una diminuzione minima (-0,16%), pari a 353 residenti...

DSCF4544

Prezzi delle case al mare: la Riviera di Ponente si mantiene nella “top 10”

Spende il 234% in più rispetto alla media nazionale chi decide di regalarsi una casa di fronte alle coste napoletane, su una delle isole dell’arcipelago campano, incoronato il posto di mare più caro d’Italia. È questa la prima evidenza di una recente analisi di Immobiliare.it, che ha calcolato i prezzi medi richiesti da chi vende casa nelle località marittime. Dopo le isole campane, in cui il costo medio degli immobili ammonta a 6.269 euro al metro quadro, la seconda zona più cara è quella ligure della Riviera di Levante. Per comprare casa a Portofino e dintorni la spesa media è...

Est-14-due-135-e1528451713395-1024x616

Sono cinquemila i savonesi che lavorano nelle “imprese dell’estate”

L’estate sostiene l’attività delle imprese liguri: il settore coinvolto dal periodo più caldo dell’anno perde alcune decine di imprese in un anno ma conta nel 2019 quasi 6.500 aziende, pari al 3,6% del totale nazionale (179 mila imprese). Sono soprattutto ditte che si occupano di installazione e manutenzione di condizionatori, di cura del paesaggio, di gelaterie, bagni marini, imprese che forniscono soluzioni economiche di alloggio come residence e bed and breakfast, campeggi e agriturismi, negozi di articoli sportivi e per il tempo libero come le biciclette. Il comparto dei settori estivi liguri conta quasi 18 mila addetti, pari al 3,2%...

DSCF0836

La classe operaia savonese resiste (soprattutto a Nasino e Roccavignale)

Gli addetti ai servizi aumentano, soprattutto nelle città, mentre quelli alle attività produttive diminuiscono, ma resistono soprattutto nei centri minori se non addirittura nell’entroterra. E’ la fotografia dell’Italia scattata dall’Istat con il suo rapporto sui Risultati economici delle imprese a livello territoriale. L’Istituto nazionale di statistica ha appena aggiornato i dati, pubblicando quelli relativi al 2016. Questi numeri, elaborati da Infodata, consentono di rappresentare una mappa dettagliata dei rapporti che cambiano tra chi lavora nella manifattura e chi è invece impiegato nei servizi. La mappa è stata realizzata sommando gli addetti su base comunale dell’industria e del terziario. A livello...

Eurostat

Reddito delle regioni europee: la Liguria resta sopra “quota 100”

Eurostat ha diffuso le statistiche sul reddito delle regioni europee relative all’anno 2017. La consolazione, per la Liguria, è che per quanto riguarda la salute finanziaria siamo ancora sopra la linea di galleggiamento, ovvero il reddito pro capite dei liguri è superiore alla media europea. Fatto uguale a 100 l’indice medio, la Liguria raggiunge quota 108. In effetti tutte le regioni del Nord, con l’aggiunta di Toscana e Lazio, superano la media europea, con una punta di 144 per la provincia autonoma di Bolzano (che supera anche l’indice del Tirolo austriaco) e per la Lombardia (129). La Liguria fa meglio...