Category: Osservatorio Savona

margonara

Margonara: e ora chi dirà a Gambardella che deve rifare il progetto?

Si fa un gran parlare, in questi giorni, del destino del fronte mare di Savona, tra le Funivie e la Madonnetta. C’è un autentico revival di progetti, incontri, enti che litigano, prese di posizione spumeggianti e autorevoli, come quelle di Oliviero Toscani e Vittorio Sgarbi, ma anche irremovibili “niet” di ecologisti veri e di associazioni. Non è invece pervenuta, al di là di una dichiarazione di cortesia ma dai contenuti poco definiti, l’opinione di Giovanni Gambardella. Eppure, nonostante qualcuno sembri volerla esorcizzare, la presenza di Gambardella nelle aree ai confini tra Savona e Albissola Marina è alquanto ingombrante. L’ingegnere genovese...

DSCF5147

La resa incondizionata del porto: per Savona la crisi è più che complessa

Con la nomina di Marco Sanguineri, dirigente della pianificazione del porto di Genova, a segretario generale dell’Authority unica, si è chiuso il cerchio – ma verrebbe da dire il cappio – intorno ai residui spazi di manovra dei porti di Savona e Vado Ligure all’interno di un sistema messo in piedi dal ministro Delrio ma la cui genesi meriterebbe ulteriori approfondimenti. Perché appare evidente che se l’idea era quella di realizzare un’armatura portuale forte a livello regionale, alla riforma manca un elemento fondamentale, il porto della Spezia. Se invece l’obiettivo era molto meno ambizioso, ovvero quello di scacciare una fastidiosa...

2013est 040

Il problema della Provincia: per tappare le buche servono gli autovelox

La Provincia di Savona lamenta, con buone ragioni, di non avere i soldi per tappare le buche e falciare l’erba incombente sugli 800 chilometri della rete di strade che ha in gestione. E se ne preoccupa, a salvaguardia della propria e altrui incolumità, presentando un esposto cautelativo alla Procura della Repubblica. Ma a pochi chilometri da Palazzo Nervi c’è chi il problema dell’altrui sicurezza l’ha praticamente risolto, risolvendo nello stesso tempo i propri problemi di bilancio. E’ il Comune di Quiliano, che lo scorso anno – dati di bilancio – ha incassato, quali “proventi da repressione degli illeciti” (ovvero multe),...

Volo Savona ph-merlo 141020-0962-p

Fusioni portuali: Salerno ha ottenuto la proroga negata a Savona

Il porto di Salerno ha ottenuto dal ministro dei Trasporti la proroga all’accorpamento con lo scalo di Napoli. Un decreto ministeriale ha stabilito che lo scalo campano godrà, come richiesto dall’Autorità portuale, di autonomia finanziaria e amministrativa dall’Autorità di sistema portuale (Adsp) del Tirreno centrale (Napoli e Castellammare) per tutto l’anno. Proroga più breve, fino al 30 giugno e con le stesse disposizioni, per il porto di Messina dall’Adsp del Tirreno Meridionale (che già riunisce Gioia Tauro, Crotone, Corigliano Calabro, Taureana di Palmi, Villa San Giovanni, Milazzo, Tremestieri, Vibo Valentia e Reggio Calabria). Per entrambi gli scali l’autonomia comporta nella...

Volo ph-merlo 130914-1384

La piattaforma portuale di Vado ha bisogno di un “tagliando” politico

Cinque mesi fa, verso la metà di ottobre 2016, è stato annunciato il nuovo assetto proprietario della società di gestione della ancora futura della piattaforma multipurpose di Vado Ligure. Il gruppo danese Maersk, che dall’avvio dell’iniziativa, 10 anni fa, deteneva la totalità delle quote di APM Terminals Vado Ligure, ha mantenuto il 50,1% del capitale, cedendo all’armatore cinese Cosco poco meno del 40%, mentre un altro gruppo cinese, Qingdao, detiene il 10%. Gli accordi con i cinesi, va ricordato, includono anche la gestione del Reefer Terminal di Vado, uno dei più grandi nel Mediterraneo, con una capacità di 275 mila...