Aumenta di mezzo milione il costo della raccolta rifiuti a Finale Ligure

Finale Ligure

La giunta comunale di Finale Ligure da deliberato l’adozione del piano economico finanziario relativo alla gestione dei rifiuti urbani predisposto dalla società Finale Ambiente che prevede per il 2020 un aumento di 550 mila euro dei costi complessivi. L’incremento è giustificato sia dall’andamento dei costi di trasporto e di avvio al recupero della raccolta differenziata per la sottoscrizione di nuovi contratti maggiormente onerosi rispetto ai precedenti, sia dai costi di personale, aumentati in gran parte per effetto dell’ultimo incremento retributivo previsto dal rinnovo del contratto nazionale e in parte per l’incremento del servizio di porta a porta su tutto il territorio che ha comportato maggior fabbisogno di personale. Inoltre pesano i costi di manutenzione, in quanto l’acquisto di tre nuovi mezzi preventivato nel piano 2019 è avvenuto solo dopo l’estate e questo ha comportato la necessità di effettuare interventi supplementari.

A fronte dell’aumento dei costi l’Amministrazione comunale ha preso atto del notevole aumento della raccolta differenziata, passata dal 52% del 2017 al 64% del 2018 e alla previsione del 73% per il 2019. Peraltro lo sviluppo della raccolta differenziata, fa rilevare la giunta “non implica il pieno dispiegarsi dei vantaggi economici che vi sarebbero insiti a causa della debolezza del sistema impiantistico ligure, aspetto che in parte esula dalle competenze e responsabilità del Comune e di Finale Ambiente”.

Nonostante i buoni risultati, il piano economico finanziario relativo alla tassa rifiuti comunale 2020 risulta caratterizzato da un fabbisogno superiore al più recente fabbisogno standard al momento disponibile, un andamento che viene ritenuto in parte giustificabile dagli aumenti dei costi. Sul piano influisce inoltre la scelta di Finale Ambiente di dotarsi di una nuova sede, nuovi mezzi e nuove attrezzature.

 

You may also like...