Terrazza a mare di Spotorno: nuovi lavori e nuova impresa appaltatrice

DSCF5891

Prosegue il percorso ad ostacoli dei lavori di sistemazione della “terrazza a mare” di Spotorno, tra perizie di variante e fallimento della ditta appaltatrice. L’appalto era stato affidato ad un’impresa genovese per un importo di 300 mila euro, ma nel corso dell’intervento era emersa la necessità di procedere ad una variante tecnica da circa 50 mila euro, affidando l’incarico allo studio Marco Ciarlo Associati di Altare ed all’ing. Luca Romano di Albenga. Neanche questa variante era stata comunque sufficiente, in quanto si era manifestati un ulteriore degrado del solaio della terrazza, con la necessità di ulteriori analisi e approfondimenti tecnici, che hanno portato alla decisione di procedere al rifacimento integrale di parti del solaio.

Nel frattempo – nello scorso mese di aprile – l’Impresa appaltatrice è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Genova e il curatore fallimentare ha dichiarato l’impossibilità da parte dell’impresa (in esercizio provvisorio) di proseguire il contratto. Attualmente sono in corso le procedure per la redazione del nuovo progetto di variante, mentre è stato approvato il certificato di regolare esecuzione delle opere realizzate dall’impresa fallita in modo da consentire il completamento dei lavori. Dovranno essere interpellate, in ordine di graduatoria, le ditte che avevano preso parte alla gara per giungere alla stipula di un nuovo contratto, alle stesse condizioni sottoscritte dall’impresa che aveva vinto la gara.

You may also like...