L’Uci cambia le regole delle corse: il Trofeo Laigueglia costerà di più

Laigueglia 15

Trofeo Laigueglia 2020, edizione numero 57: per ora di certo c’è solo la data fissata dal Comune di Laigueglia, domenica 16 febbraio. Per il resto, nonostante la crescente notorietà della gara che in Italia apre la stagione e l’interesse non solo sportivo ma anche promozionale e turistico della manifestazione, c’è molta incertezza.

Il problema è costituito dall’imminente riforma internazionale del ciclismo per professionisti su strada a partire proprio dal 2020. Il Trofeo Laigueglia è inserito dal 2015 nella categoria 1.H.C (hors categorie). Ma questa categoria sarà sostituita dalla UCI Pro Series, in cui sarà inserita una selezione di gare delle attuali H.C. e classe 1. Gli enti organizzatori che intendono candidarsi per la categoria UCI Pro Series devono far pervenire un dossier all’Unione Ciclistica Internazionale, per una valutazione. Le competizioni dell’attuale livello 1 H.C. non ammesse alla Pro Series, saranno registrate alla classe 1, con perdita di importanza sportiva, livello di partecipazioni e conseguente visibilità.

Il Comune di Laigueglia ha avviato l’istruttoria per la candidatura del Trofeo Laigueglia alla UCI Pro Series, procedendo al pagamento di mille euro alla UCI per la presentazione della candidatura, e impegnandosi a sostenere, nei limiti consentiti dal bilancio, gli eventuali maggiori costi organizzativi e per tasse da pagare (sempre all’UCI, come anticipato dalla Lega Ciclismo italiana.

Nel frattempo, non disponendo delle risorse e competenze necessarie all’organizzazione tecnica dell’evento, sta procedendo ad individuare un operatore o associazione sportiva con esperienza nell’ambito di organizzazione di gare ciclistiche professionistiche di categoria pari almeno all’attuale Men Elite cui affidare i principali servizi tecnici-organizzativi per la gestione della corsa.

You may also like...