Duemila imprese “smart” in provincia di Savona

smart city

Sono quasi 14 mila le imprese dei settori “smart” in Liguria, con oltre 51 mila addetti, di cui più di 28 mila lavorano nei trasporti e nella logistica. Secondo una elaborazione della Camera di commercio di Milano, sono le grandi città a trainare la crescita dei settori “smart” d’Italia: a Milano le imprese salgono del +1,7% in un anno, a Roma del + 1,7%, a Napoli di +1,9%, con un risultato nazionale di stabilità e quindi di una sempre maggiore attrazione e concentrazione dei grandi centri. Un settore guidato nel Paese da Milano e Roma con circa 100 miliardi ognuna di business su circa 500 miliardi in Italia e 400 mila addetti a Milano e 300 mila a Roma.

Sono considerati settori smart: hi-tech, autoveicoli, trasporti e logistica, energia-acqua-rifiuti, costruzioni, commercio online, design. In Italia, a giugno 2019, le imprese sono 572 mila con 2,3 milioni di addetti. Numeri di gran lunga inferiori in Liguria, con Genova che conta 7.900 imprese, di cui 1.759 nell’hi-tech, 3.026 nei trasporti e logistica, 2.501 nelle costruzioni, 223 nel commercio elettronico e 180 nel design, con 38 mila addetti complessivi. Segue Savona con 2.172 imprese, di cui 389 nell’hi-tech, 528 nei trasporti e logistica, 1.072 nelle costruzioni, 68 nel commercio elettronico e 52 nel design, per un totale di 6.531 addetti. Le imprese imperiesi sono 1,695 (4.145 addetti), quelle spezzine 1.906 (6.815 addetti).

You may also like...