Progetto da 13 milioni per salvare le spiagge di Celle, dimezzate in 45 anni

DSCF5789

In 45 anni la profondità della spiaggia davanti al centro storico di Celle Ligure si è pressoché dimezzata, passando dai 72,40 metri del 1973 ai 40 metri del 2018. Un arretramento a cui ha dato un rilevante contributo la costruzione (1984) della diga Alti Fondali del porto di Savona, che ha intercettato le alluvioni del Sansobbia: il nuovo molo foraneo ha invertito la deriva dei materiali trascinati dal torrente che sono ora diretti verso Ponente, ad Albissola Marina, anziché verso Levante, ad Albisola Superiore e Celle.

Ma non è solo quello il problema delle spiagge di Celle Ligure, soggette a mareggiate anche devastanti, con onde estive che erodono il litorale, con lo scavalcamento del lungomare (ex rilevato ferroviario) da parte del moto ondoso che si riversa sulle strade cittadine, con inondazioni di locali e insabbiamento del lungomare.

Una situazione allarmante, che ha indotto il Comune di Celle Ligure e l’Associazione Bagni Marini a commissionare allo Studio Sirito di Savona un progetto di fattibilità tecnico ed economico per la difesa dell’abitato, delle spiagge e delle attività produttive. Lo studio è ora all’esame della Regione Liguria per le verifiche ambientali connesse agli interventi proposti, che nel loro insieme comportano costi per 13 milioni di euro.

Il processo di arretramento della linea di riva –  è la premessa – si può arrestare solo con interventi artificiali e così pure per il recupero della profondità e della superficie di spiaggia persa negli anni. La soluzione proposta è incentrata su un imponente ripascimento, con sabbia di granulometria maggiore di quella attuale, dei tre settori considerati (Centro, Piani, Natta), sul potenziamento dei pennelli esistenti e sulla realizzazione di cinque “isole” sommerse davanti alle spiagge (2 nella zona centrale, 2 ai Piani e 1 sotto località Natta).

Il ricorso alle “isole”, in alternativa ai classici pennelli perpendicolari alla linea di costa, è cresciuto negli ultimi anni. Si tratta di scogliere di massi naturali, che esercitano una funzione di freno ai movimenti longitudinali della spiaggia stessa. L’utilizzo di un’isola o di una serie di isole non è tuttavia facile, quando ci si trova su una spiaggia di alto pregio come quella del Centro di Celle. Per essere meno impattante, quindi, l’isola dovrà essere realizzata sommersa.

 

You may also like...