Costa Smeralda lavori in ritardo: saltano feste e crociere inaugurali  

CostaSmeralda

La data era segnata in rosso da più di un anno: domenica 3 novembre grande festa di battesimo nel porto di Savona per la nuova ammiraglia delle crociere, Costa Smeralda, con l’ormai consueto armamentario di spettacoli, tappeti rossi, fuochi d’artificio e cotillons. Tutto cancellato: l’allestimento della prima nave a marchio Costa Crociere alimentata a gas naturale liquefatto è in ritardo di un mese, che significa quattro crociere settimanali che vengono a mancare. Quindi non ci sarà altro tempo da perdere: sabato 30 novembre la Smeralda arriverà a Savona per iniziare subito il suo programma di crociere nel Mediterraneo occidentale, con prima tappa a Marsiglia (domenica) e di seguito Barcellona, Palma di Maiorca, Civitavecchia e La Spezia (venerdì 6 dicembre).

“Lo stato attuale della costruzione non consente la consegna della nave nella data originariamente concordata – spiega un comunicato della società, impegnata ad informare e rassicurare i clienti che già avevano prenotato il viaggio su Smeralda -. Costa Crociere ha purtroppo constatato questo ritardo, che richiederà la cancellazione di tutte le crociere e delle attività inaugurali precedentemente pianificate”.

Il cantiere finlandese Meyer di Turku, dove la nuova ammiraglia è in via di completamento, ha bisogno di più tempo. “Ci tengo a sottolineare – aggiunge Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere – che il progetto Smeralda è totalmente innovativo, sia dal punto di vista tecnologico sia di prodotto. In particolare la propulsione a LNG, in cui abbiamo creduto per primi, rappresenta un esempio unico di innovazione responsabile in grado di abbattere significativamente le emissioni, segnando un punto di svolta nell’industria delle crociere. Siamo profondamente dispiaciuti di questo ritardo e ci scusiamo con tutti i nostri ospiti che avevano già prenotato le crociere di Costa Smeralda previste prima del 30 novembre. Ci siamo già attivati per predisporre l’offerta di nuove date di partenza”.

Tra crociere che saltano e feste cancellate c’è anche chi potrà rilassarsi: l’Autorità Portuale e le imprese appaltatrici dei lavori per l’approfondimento del fondale davanti al Palacrociere, intervento necessario proprio per accogliere in sicurezza la gigantesca nave-albergo e che è anch’esso in ritardo di un mese sulla data di ultimazione programmata (fine agosto).

You may also like...