Meno assunti in Liguria ma crescono i contratti a tempo indeterminato

46993253 - people, profession, qualification, employment and success concept - happy businessman with group of professional workers showing thumbs up over city background

Nel primo semestre del 2019 le assunzioni in Liguria sono diminuite di 7.784 unità rispetto allo stesso periodo del 2018, passando da 114.092 a 106.308 (-6,8%). E’ quanto emerge dalle elaborazioni dell’Ufficio Economica di Cgil Liguria su dati Inps. La suddivisione per tipologie indica che sono andati bene i contratti a tempo indeterminato (+21,3%), quelli stagionali (+13,1%) e l’apprendistato (+4,4%); male i contratti intermittenti (-0,8%), i contratti a termine (-12,6%) e soprattutto la somministrazione che ha perso il 29,1%.

In percentuale sul totale delle assunzioni nel semestre prevalgono i contratti a termine con il 43% (erano il 46% nel 2018) e gli intermittenti con il 15%; quelli a tempo indeterminato salgono in un anno dal 10 al 13%, gli stagionali sono al 12% come i somministrati mentre l’apprendistato rappresenta il 5%.

I contratti di avviamento al lavoro riguardano in 60.943 casi uomini (-3.000) e in 45.365 casi donne (-4.784). Le assunzioni a tempo determinato sono state 46.287, i contratti di lavoro intermittente 16.118, le assunzioni a tempo indeterminato 14.352, i contratti stagionali 13.234, quelli di somministrazione 12.908 e l’apprendistato ha totalizzato 5.428 assunzioni.

You may also like...