In gara la progettazione dei lavori in piazza Diaz e nel teatro

sv chibr teatro

Ire Liguria, l’agenzia pubblica regionale per le infrastrutture, ha avviato per conto del Comune di Savona il bando di gara per affidare la progettazione degli interventi per la valorizzazione e l’adeguamento normativo del teatro Chiabrera e per la riqualificazione ambientale dell’antistante piazza Diaz. L’appalto professionale per i servizi di ingegneria e di architettura vale circa 154 mila euro a base di gara e comprende la verifica archeologica, il progetto di fattibilità, il progetto esecutivo e il coordinamento della sicurezza.

La gara è a procedura aperta e l’aggiudicazione è affidata ad una commissione giudicatrice che valuterà sulla base dell’offerta tecnica ed economica (miglior rapporto qualità prezzo). Le offerte dovranno pervenire entro le ore 10 del prossimo 16 settembre sulla piattaforma telematica Sintel. L’apertura delle buste è prevista per lo stesso giorno, alle ore 11, presso la sede operativa di Ire a Genova.

Il programma degli interventi, per un importo complessivo di un milione di euro resi disponibili attraverso il fondo strategico regionale 2019 con un cofinanziamento del Comune, prevede la riqualificazione della piazza del teatro, per contribuire alla valorizzazione del fronte principale del “Chiabrera”, anche con l’inserimento di elementi scenografici (arredo urbano, illuminazione, materiali), nel rispetto delle caratteristiche storiche e architettoniche. Prevista tra l’altro la sostituzione dell’attuale manto in asfalto con una nuova pavimentazione adeguata alla valenza storica dell’area.

Parallelamente all’intervento della piazza, è prevista la valorizzazione e l’adeguamento igienico sanitario del bar del teatro al piano terra, attualmente accessibile solo dal foyer e quindi utilizzato dal pubblico solo negli orari degli spettacoli. Obiettivo dell’intervento è di prevedere opere che ne consentano l’apertura quale locale pubblico, indipendentemente dalla programmazione teatrale.

Andrà in cantiere anche Il ridotto del teatro, posto al primo piano e attualmente inutilizzato in quanto necessita di adeguamento alle norme antincendio e per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il Comune prevede, in attesa di procedere ad una più ampia ristrutturazione dei locali, di eseguire le opere necessarie alla riapertura al pubblico della sala.

 

You may also like...