Progetto da mezzo milione per le nuove recinzioni doganali a Vado Ligure

DSCF6110

Il provveditorato Interregionale Liguria Piemonte Valle d’Aosta per le Opere Pubbliche ha approvato il progetto delle nuove recinzioni doganali del porto di Vado Ligure, funzionali all’attività della nuova piattaforma contenitori di Apm Terminals e alle nuove opere realizzate dalla società per l’interporto Vio. Gli interventi e le forniture necessarie per delimitare le nuove aree retroportuali richiederanno, secondo le stime del progettista ing. Andrea Frumento, una spesa di circa mezzo milione di euro, compresi i lavori di pavimentazione dell’area sottostante il sovrappasso sulla via Aurelia. La lunghezza della recinzione è prevista in 720 metri con un’altezza di circa 3 metri.

Il Comune di Vado si è espresso in senso favorevole, sottolineando tuttavia che prima di installare la recinzione, e quindi procedere alla chiusura delle aree, sarà necessario assicurare il mantenimento di un’adeguata viabilità alternativa all’attuale via Trieste mentre particolari disposizioni riguardano l’area lungo il rio Sant’Elena, soggetto ad esondazioni in caso di intense precipitazioni.

 

You may also like...