L’Unione Provinciale Albergatori compie vent’anni e cambia pelle

IMG-9591

“Vent’anni. Una storia che si rinnova”. Questo il titolo dell’iniziativa organizzata ieri per celebrare il ventesimo anniversario dalla fondazione dell’UPASV, Unione Provinciale degli Albergatori di Savona, associazione legata all’Unione degli Industriali della provincia di Savona ed a Confindustria Alberghi (Federturismo). L’incontro si è svolto nella suggestiva cornice di Loano 2 Village a Loano.

Un evento che ha visto la riunione del Consiglio Generale dell’Unione Provinciale Albergatori, alla presenza del presidente Angelo Berlangieri, con la votazione del bilancio 2018, l’approvazione del nuovo statuto UPA, con la relazione di Lorenzo Cuocolo e, a seguire, la tavola rotonda “Il Turismo che sarà”, moderata dal giornalista Gilberto Volpara, alla quale hanno partecipato voci autorevoli quali Gianni Berrino, assessore al Turismo della Regione Liguria, Pietro Paolo Giampellegrini, commissario dell’agenzia regionale In Liguria, Luciano Pasquale, presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria, Giorgio Palmucci, presidente dell’Enit e di Confindustria Alberghi.

Un traguardo importante, quello dei 20 anni di attività, per un ente decisivo in un settore fondamentale per l’economia del territorio ligure e della provincia di Savona, un’occasione per fare il punto sull’accoglienza turistica sul territorio, ma al tempo stesso per cambiare l’assetto dell’associazione di categoria, grazie al nuovo statuto, per garantire maggiore funzionalità e vicinanza al territorio.

“Da associazione delle associazioni, quale è sempre stata dal 1948 a oggi, diventa associazione di associati: tutte le imprese si assoceranno direttamente all’Unione Provinciale Albergatori”, spiega il direttore UPASV Carlo Scrivano. “Per gli albergatori, di fatto, allo stato attuale non cambia alcunché. Cambia la responsabilità del presidente e del gruppo direttivo dell’Unione Provinciale Albergatori che, insieme alla figura del direttore, sarà a guida dell’associazione e avrà una maggiore responsabilità nel capire le esigenze dei singoli associati. Un rapporto one-to-one tra l’impresa e l’associazione, per essere più vicini ai nostri associati, capirne le esigenze, fare progetti che possano andare incontro ai loro problemi, essere ancora più forti nel pressing verso Comuni, Provincia e Regione a favore degli albergatori”.

“Oggi l’UPA a Savona conta ben 296 soci – afferma il presidente Angelo Berlangieri -. Contiamo di mantenerli tutti nella nuova realtà e naturalmente di ampliarci verso nuove iscrizioni, per essere ancor più presenti e radicati sul territorio. L’impegno di questa associazione è quello di dare risposte ai nostri associati. Tanto più siamo bravi a risolvere problemi ed entrare nelle nostre aziende, tanto più l’UPA sarà forte e saranno forti gli imprenditori”.

You may also like...