Finale Ligure studia come migliorare il porto di Capo San Donato

DSCF1559

Il Comune di Finale Ligure – anche a seguito dei danni provocati dalla mareggiata di fine ottobre 2018 – ha in corso un’ampia rivisitazione del piano particolareggiato del porto di Capo San Donato per renderlo più facilmente accessibile e adeguato alle esigenze turistiche e commerciali. L’obiettivo è rivolto a risolvere, tra l’altro, il problema del collegamento con la via Aurelia. Allo studio Gallarati Architetti di Genova, già incaricato del progetto di piano 2004 e della revisione del 2009, è stato chiesto un nuovo aggiornamento. L’indicazione del Comune è di prevedere tra l’altro la realizzazione di un nuovo scivolo di alaggio sulla testata del molo di sottoflutto; il trasferimento sullo sporgente interno del sopraflutto dell’impianto di distribuzione del carburante; il potenziamento della testata del sopraflutto e altri interventi in grado di limitare il moto ondoso all’interno del bacino portuale.

Quale lavoro propedeutico, è stato affidato all’ingegnere Fabrizio Ruggeri, progettista di opere marittime, un approfondimento riguardante gli interventi di potenziamento della testata del molo di sopraflutto, il piano dei dragaggi, il progetto per una nuova scogliera di protezione del molo di sottoflutto e il progetto del nuovo scivolo di alaggio. L’incarico comprende anche la revisione del piano degli ormeggi per adeguarlo alle normative vigenti e l’aggiornamento degli elaborati relativi all’impiantistica a servizio delle imbarcazioni.

 

You may also like...