I ragazzi di Fabbriche Aperte sempre più orientati a scienza e tecnologia

20190205_XT1F4799

Le visite in azienda piacciono e sorprendono gli studenti che, nelle interviste realizzate alla fine dei tour tra reparti di produzione ed uffici, si dicono sorpresi che le industrie del territorio offrano così tante possibilità di impiego, basate sulla preparazione tecnico scientifica.  Era questo del resto l’obiettivo del progetto Fabbriche Aperte – quello di creare un ponte tra scuola e mondo del lavoro – voluto dall’Unione Industriali di Savona, con il sostegno della Camera di Commercio Riviere di Liguria, il contributo dell’Autorità di Sistema Portuale Genova Savona e il sostegno della Regione Liguria nell’ambito del progetto di orientamento “#Progettiamocilfuturo – fase 2”, finanziato dal Fondo Sociale Europeo e realizzato dall’Agenzia ligure per gli studenti e l’orientamento (Aliseo).

I dati emergono dal questionario compilato come ogni anno dai ragazzi che hanno preso parte all’iniziativa accompagnati dai soci dell’Associazione Giovani per la Scienza e dai membri del Consolato Provinciale di Savona della Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia. I questionari rivelano che l’84% degli studenti di seconda media ha già scelto la scuola superiore da frequentare e fra loro oltre il 50% ha scelto una scuola ad indirizzo tecnico scientifico. Confermato anche l’interesse delle ragazze verso questi percorsi con circa il 25% che dichiara di voler proseguire gli studi orientandosi verso professioni scientifiche

Non c’è ancora chiarezza invece sul tipo di lavoro da fare da grandi: quasi la metà (49,4%) ha un’idea abbastanza chiara, mentre gli altri non lo immaginano, anche se la maggior parte di loro dichiara di voler svolgere una professione che innanzitutto piaccia prima di pensare al guadagno. In questo senso è netta la percentuale delle ragazze che privilegiano la soddisfazione personale con circa l’80% (contro il 43% dei maschi).

Medici, cuochi, sportivi, comandanti di nave e esponenti delle forze dell’ordine, con le ragazze ancora attratte dall’insegnamento, ma in crescita anche ingegneri, meccanici, idraulici, elettricisti, tecnici di laboratorio, biologi: le professioni tecniche e professionali conquistano complessivamente oltre il 56,2 % di preferenze fra maschi e femmine. In crescita costante la consapevolezza che le industrie savonesi siano un cardine dell’economia del territorio: la pensa così il 77% degli intervistati. Moltissimi studenti durante le visite maturano la consapevolezza che attraverso scienza e nuove tecnologie si incrementi la difesa dell’ambiente, che per il 83% dei ragazzi intervistati è una priorità.

Tutto è pronto per i due eventi conclusivi – 29 e 30 maggio al Teatro Chiabrera di Savona –  durante i quali verranno premiati i vincitori del gioco “Alla conquista di una mente scientifica” e si assisterà alla proiezione del tg Fabbriche Aperte realizzato coinvolgendo gli studenti durante le visite aziendali. L’iniziativa ha portato quest’anno circa mille ragazzi di 15 Istituti Comprensivi del Savonese, accompagnati dai loro insegnanti, a visitare 20 aziende del territorio, scoprendo produzioni ed eccellenze di ricerca, abbinando l’acquisizione di conoscenza al gioco e alla competizione.

 

You may also like...