All’asta per un milione le proprietà della coop edilizia fallita a Garlenda

garlenda-nuovo-borgo

Vanno all’asta, per un valore complessivo intorno al milione di euro, le proprietà immobiliari della Cooperativa Il Ponte di Garlenda, dichiarata fallita dal Tribunale di Savona alla fine del 2015. I beni – quattro alloggi con box e cantina, quattro autorimesse e 4 superfici commerciali – saranno venduti, suddivisi in 12 lotti distinti, il prossimo 29 maggio. Tutti gli immobili fanno parte  del complesso edilizio denominato “Borgata Nuova” in via Borgata Ponte a Garlenda, dove si trova anche la sede comunale. Curatore del fallimento è Giuseppe Auxilia di Savona, delegato alla vendita il commercialista Roberto Benati di Albenga.

La cooperativa era stata costituita nel 2007, acquisendo poi i terreni di Borgata Ponte dove il piano regolatore prevedeva fosse realizzato un comparto a destinazione mista, residenziale, commerciale e aree pubbliche, tra cui un parco comunale e un centro servizi. Ma era arrivata la crisi generale e quella, ancora più pesante, del settore immobiliare. La cooperativa, nonostante i continui contributi dei soci, era andata in difficoltà e nel 2015 – quando comunque una parte consistente degli immobili era già stata regolarmente alienata – aveva dovuto arrendersi. Con un seguito di polemiche politico – amministrative.

You may also like...