Coldiretti torna all’attacco: da liquidare 6 milioni di fondi del piano rurale

agriliguria psr

Le aziende agricole liguri trovano grandi difficoltà ad ottenere i finanziamenti del Programma di Sviluppo Rurale, richiesti addirittura dal 2015: mancano all’appello ancora 6 milioni di euro. E capita anche che circa la metà delle domande di sostegno relative alle “misure strutturali” siano ancora bloccate alla fase d’istruttoria. È quanto emerge da una elaborazione di Coldiretti Liguria, che mette in evidenza “gli ancora troppi blocchi burocratici nelle istruttorie del PSR e i conseguenti ritardi nei pagamenti da parte di AGEA, per quanto riguarda le cosiddette ‘domande pluriennali per misure a superficie’ ovvero quelle risorse destinate, ad esempio, ad interventi di miglioramento del benessere animale, alla salvaguardia delle razze in via di estinzione o agli interventi di certificazione volontaria e conversione al biologico o, ancora, per sopperire le condizioni sfavorevoli di alcune aree della regione”.

Per le misure strutturali, misure che riguardano l’ammodernamento e il miglioramento aziendale, si registra inoltre, secondo Coldiretti, una forte percentuale di domande di sostegno ferme alla fase di istruttoria, mentre per le aziende che hanno raggiunto la fase successiva, con la possibilità di presentazione delle domande di pagamento, non sono ad aggi, ancora state liquidate totalmente. Le imprese agricole, che già stanno subendo negli ultimi anni ingenti danni economici causati dalle avverse condizioni climatiche, da ormai 4 anni si trovano a dover fronteggiare una grave crisi finanziaria dovuta alla mancata erogazione di risorse per problemi tecnici o addirittura in alcuni casi per problemi informatici.

“Si sta procedendo ancora troppo lentamente alla liquidazione delle domande – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa -. Nel mese di marzo, dopo incontri tra AGEA, Regione e associazioni di categoria, sono stati emessi, per le misure pluriennali, solo tre decreti di pagamento, mentre sono state istruite solo 296 pratiche a fronte di un totale di 3.445 domande ancora da elaborare. E anche per le misure strutturali, su 1350 domande di sostegno presentate dal 2016 in avanti, solo 675 al momento sono state istruite e, di queste, circa 500 sono quelle liquidate.  Più della metà delle aziende che hanno fatto investimenti stanno aspettando una risposta”.

You may also like...