Due imprese romane per i lavori del nuovo municipio di Spotorno

DSCF6054

Sarà un’associazione di imprese romane – la BDP Lavori e la ITM – a realizzare strutture e impianti per il  primo lotto funzionale del nuovo municipio di Spotorno. L’appalto, reso laborioso a causa soprattutto dell’inconsueto numero di concorrenti (ben 127 con sedi in tutta Italia, da Caltagirone ad Aosta), era stato avviato nell’autunno dello scorso anno. Il raggruppamento tra le due imprese di Roma ha prevalso offrendo un ribasso pari al 26,79% su una base d’asta che era fissata a 876 mila euro; il costo effettivo, detratto il ribasso, sarà di 651 mila euro, con un risparmio che, tenendo conto della minore Iva, si aggira intorno ai 250 mila euro.

Il nuovo municipio – che sostituirà la storica villa comunale sul lungomare – è in costruzione sulla copertura in cemento armato di un’autorimessa seminterrata racchiusa tra via Lombardia, via delle Strette e via Verdi, a monte della via Aurelia. Il progetto è stato elaborato dall’architetto Alberto Moras di Savona, con la progettazione degli impianti affidata all’ingegnere Enrico Massa. Il primo lotto prevede la realizzazione dell’intero involucro dell’edificio (su tre piani di cui l’ultimo occupato dagli archivi), la sistemazione del piano terreno e di parte delle aree esterne, e la predisposizione degli impianti anche per i piani superiori. Il tempo dei lavori dovrà essere contenuto in un anno.

A edificio completato il nuovo municipio disporrà di 1.800 metri quadrati di uffici, con piano terreno e primo piano suddivisi tra i vari settori e il secondo piano destinato alla sala del consiglio comunale e ad una sala riunioni. All’esterno previsti due parcheggi, uno da 38 posti per il pubblico e uno da 15 posti per l’amministrazione comunale.

 

You may also like...