Biometano: la Snam si collega con due gasdotti a Ferrania Ecologia

DSCF4515-e1501236019495-1024x619

Snam Rete Gas ha presentato alla Provincia il progetto definitivo per realizzare due metanodotti da quattro pollici per collegare la rete con il biodigestore di Ferrania Ecologia: uno dei gasdotti porterà il metano all’impianto, l’altro immetterà il biometano prodotto dalla raffinazione del biogas ottenuto a Ferrania. L’autorizzazione unica richiesta alla Provincia comprende anche la dichiarazione di pubblica utilità e l’autorizzazione a procedere agli espropri temporanei necessari per la posa delle condotte.

Ferrania Ecologia, joint venture tra Liguria Ecologia e FG Riciclaggi di Cairo Montenotte, gestisce in Val Bormida l’unico biodigestore della Liguria. Si tratta di un impianto dove la frazione umida dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, oltre a scarti legnosi e altri rifiuti speciali non pericolosi, viene sottoposta ad un trattamento di digestione anaerobica durante il quale si produce del biogas, che attualmente, bruciando, produce energia termica ed elettrica. Il residuo della reazione anaerobica, dopo un processo di stabilizzazione in presenza di aria, è trasformato in compost.

La riconversione in corso, studiata da società leader negli impianti industriali a biogas, comporterà la realizzazione di una nuova sezione di digestione anaerobica e di una sezione di trattamento del biogas, che verrà purificato e trasformato in biometano, con una produzione stimata intorno ai 550 metri cubi all’ora (da consegnare alla rete di distribuzione Snam del gas naturale). I quantitativi di rifiuti che complessivamente saranno trattati dall’impianto risulteranno intorno alle 80 mila tonnellate/anno. La superficie occupata dall’insediamento di Ferrania Ecologia aumenterà di oltre 6 mila metri quadrati.

You may also like...