Nel 2018 Savona ha perso mille occupati, sale la disoccupazione (7,8%)

cassa integrazione

Mille occupati in meno. L’Istat ha fatto i conti per il 2018 e la provincia di Savona si trova ora a lamentare una nuova perdita di posti di lavoro: gli addetti complessivi erano 110 mila a fine 2017, sono scesi a 109 mila un anno dopo, tutti da cercare nelle fila del lavoro dipendente. Il dato è in controtendenza rispetto all’andamento nazionale e anche a quello della Liguria, regione che ha visto salire a 609 mila il numero degli addetti (+6 mila rispetto al 2017) grazie alle buone performance della provincia di Genova.

Nonostante il flop occupazionale, Savona resta la provincia ligure con il più basso indice di disoccupazione 7,8%, anche se l’incremento rispetto al 2017, quando il tasso era attestato al 6,7%, è stato sensibile.  I 109 mila occupati sono suddivisi in 64 mila uomini e 45 mila donne, con un tasso di occupazione (rapporto tra addetti e forza lavoro) pari al 63,2%, leggermente superiore alla media regionale (63%). I lavoratori dipendenti sono 71 mila e gli indipendenti 38 mila. Per quanto riguarda i settori di appartenenza, gli addetti all’agricoltura sono 2 mila (1.000 dipendenti e 1000 indipendenti), 16 mila gli addetti all’industria in senso stretto (13 mila dipendenti e 3 mila indipendenti), 9 mila gli addetti al settore delle costruzioni (4 mila dipendenti e 5 mila indipendenti), 82 mila gli addetti ai servizi (53 mila dipendenti e 29 mila indipendenti).

 

You may also like...