Liguria maglia nera per l’export nel 2018, Savona in controtendenza

DSCF1631

Ventesima e ultima. La Liguria è stata maglia nera nel 2018 per quanto riguarda l’andamento delle esportazioni. Lo certifica l’Istat rilevando che a fronte di un incremento del 3,1% a livello nazionale (a quota 463 miliardi di euro), le vendite all’estero di prodotti liguri sono diminuite del 6,7% rispetto all’anno precedente, un dato pesantemente negativo se confrontato con la regione finita al penultimo posti, il Lazio, che ha perso il 4,3%. Nell’area geografica Nord-ovest, il risultato della Liguria si confronta con il +0,4% del Piemonte, il +5,2% della Lombardia e il +9,1% della Valle d’Aosta.

Da rilevare che il dato regionale è interamente da imputare al trend negativo di Genova, le cui fluttuazioni da un anno all’altro sono da attribuire alla vendita delle grandi navi: è sufficiente lo slittamento di una consegna per impattare in modo rilevante sull’export complessivo. La controprova è che nel 2018 le province di Imperia e La Spezia hanno fatto registrare un incremento delle esportazioni superiore al 10% e che la provincia di Savona, pur non arrivando alla doppia cifra, ha superato l’asticella del 5% rispetto al 2017.

Nel 2018, rispetto all’anno precedente, la crescita dell’export – segnala l’Istat – è risultata complessivamente positiva per tutte le ripartizioni territoriali, confermandosi molto sostenuta per le Isole (+12,2%) superiore alla media nazionale per il Nord-est (+4,3%) e il Nord-ovest (+3,4%) e più contenuta per il Sud (+2,5%) e, in particolare, per il Centro (+1,0%).

Nel 2018, tra le regioni più dinamiche all’export, si segnalano Molise (+46,0%), Calabria (+15,9%), Valle d’Aosta (+9,1%) e Umbria (+8,7%) che tuttavia hanno un impatto molto contenuto (+0,1 punti percentuali) sulla crescita dell’export nazionale. Sicilia (+15,3%), Friuli Venezia-Giulia (+5,9%), Emilia Romagna (+5,7%) e Lombardia (+5,2%), pur registrando in media incrementi meno marcati, contribuiscono tuttavia per quasi 3 punti percentuali alla crescita complessiva. Diversamente si registrano segnali negativi oltre che per la Liguria e il Lazio, Puglia (-2,2%) e Marche (-0,9%).

You may also like...