Camera delle Riviere: una sola azienda speciale, autonomia al Cersaa  

_MG_0049

Prosegue a tappe forzate la riorganizzazione del sistema camerale ligure, avviata con la fusione delle strutture di Imperia, Savona e La Spezia nella Camera di Commercio Riviere di Liguria. Le tre ex camere provinciali avevano portato in dote nell’Ente unico sei aziende speciali: Azienda Speciale PromImperia, Azienda Speciale Riviera dei Fiori; Azienda Speciale per la formazione professionale e la promozione tecnologica e commerciale; Azienda Speciale Manifestazioni fieristiche e formazione imprenditoriale La Spezia; Azienda Speciale La Spezia Euroinformazione Promozione e Sviluppo; Azienda Speciale Centro di sperimentazione e assistenza agricola CeRSAA.

Nel 2017, con una prima fase di razionalizzazione, le aziende dell’area di ponente (Promimperia, Riviera dei Fiori, Azienda per la formazione e promozione) erano confluite in PromoRiviere di Liguria, e le aziende del levante si erano ridotte da due a una con la creazione di Blue Hub. Con la conferma dell’autonomia del CeRSAA, il numero delle aziende si era dimezzato, passando da 6 a 3. Ora, sulla spinta delle norme introdotte dal decreto dello Sviluppo Economico del febbraio 2018 che impongono alla Camera Riviere di Liguria di avere una sola azienda speciale entro la fine del 2019, si è passati alla seconda fase del piano di razionalizzazione.

Dal 1° luglio, l’azienda di ponente e quella di levante (PromoRiviere di Liguria e Blue Hub) dovranno fondersi in un unico soggetto giuridico mentre, tenuto conto delle specifiche attività svolte, il Centro di sperimentazione e assistenza agricola di Albenga resta fuori dell’accorpamento. “La particolarità e specificità del CeRSAA – ha sottolineato la giunta camerale -, comprese le sperimentazioni di nuove tecnologie, tecniche e prodotti, inducono a valutare la percorribilità di altre soluzioni più coerenti ma che comunque consentano di rispettare la nuova normativa”. Si sta valutando se trasformare l’azienda speciale per l’agricoltura in fondazione oppure in ente di ricerca, ma anche se costituirla come società (Srl) interamente partecipata dalla Camera.

Il nome e la sede dell’azienda speciale risultante dall’incorporazione di Blue Hub nella PromoRiviere di Liguria saranno stabilite in un secondo tempo. L’azienda avrà come mission principale funzioni promozionali e di internazionalizzazione della filiera dell’agroalimentare, del florovivaismo, dell’artigianato, della formazione professionale e dell’economia del mare.

 

You may also like...