Liguria poco brillante per creatività con solo l’1,5% dei brevetti italiani 

digital-transformation

Nel 2018 sono state 397 in Liguria le richieste di brevettare invenzioni, con una flessione del 3,4% rispetto alle 411 domande depositate nell’anno precedente ma in forte crescita nell’arco di cinque anni (nel 2013 erano state 317, +25,2%).  Poche rispetto alle oltre 51 mila domande di brevetto presentate a livello nazionale, ma con una progressione in linea con quanto accade nella media nazionale.

In crescita invece le richieste di deposito di nuovi marchi: 873 nell’ultimo anno, +4,6% rispetto al 2017 (835) e +5,9 sul 2013 (824). A livello nazionale le domande di deposito di nuovi marchi sono state circa 60 mila. Milano si conferma regina della creatività italiana con quasi 32 mila tra brevetti e marchi depositati nel 2018, seguita da Roma con quasi 20 mila, Torino con 13 mila, Napoli con 3 mila, Bologna, Firenze e Padova che superano i 2 mila.

La Liguria, tra brevetti e marchi, è arrivata a quota 1.270 (1,2% del totale nazionale), con Genova che primeggia a livello regionale con 735 domande, seguita dalla provincia di Savona con 303, Imperia con 141 e La Spezia con 91. Da rilevare che, per quanto riguarda le richieste di brevetti, a Savona ne sono state presentate 159, ovvero non molte di meno nei confronti di Genova (227), mentre sono state 7 a Imperia e 4 alla Spezia. Più equilibrata la distribuzione delle domande di deposito di nuovi marchi: 508 in provincia di Genova, 144 a Savona, 134 a Imperia e 87 alla Spezia.

You may also like...