Controlli a tappeto sui ponti delle strade provinciali: transito vietato ai mezzi pesanti

DSCF5869

Ponti e viadotti lungo le strade provinciali savonesi sono stati sottoposti a una serie di verifiche e prove di carico per accertarne le condizioni strutturali e i risultati, stando alla pioggia di provvedimenti restrittivi del traffico adottati ieri dal Settore Viabilità di Palazzo Nervi, non sono stati molto rassicuranti. L’intera tratta della SP 51 della Valle Bormida, tra Millesimo e Caragna (Calizzano), interessata da numerosi attraversamenti del fiume Bormida, è stata interdetta permanentemente al transito dei veicoli di massa superiore alle 40 tonnellate. Lungo la stessa direttrice, identico provvedimento è stato adottato lungo l’ex statale 490 dei Giovetti, tra il km 15,7 e il km 16,1, mentre è stato accertato un cedimento strutturale del ponte di località Frassino, al km 20,5 della stessa ex statale. In questo caso è stato disposto il senso unico alternato obbligatorio in attesa di procedere alla già programmata messa in sicurezza del ponte.

E’ invece solo temporanea la sospensione del transito ai veicoli superiori alle 20 tonnellate lungo la SP 15 Carcare – Colle del Melogno, dove al km 14,4, nel comune di Bormida, i controlli sul ponte hanno accertato problemi di agibilità che hanno indotto anche ad istituire il senso unico alternato regolato da impianto semaforico. Interdizione permanente per i veicoli superiori alle 40 tonnellate, nel comune di Carcare, sul ponte al km 134,2 della provinciale 29, e lo stesso provvedimento, a conclusione di prove di massimo carico sui ponti ed i viadotti, è stato preso lungo la provinciale 28 bis al km 19,2 (Millesimo) e al km 22,2 (Cosseria). Restrizioni permanenti per i veicoli superiori alle 30 tonnellate, ancora lungo la 29 (“Nazionale del Piemonte”) al km 122,1 nel comune di Dego.

Altri cedimenti strutturali di ponti sono stati riscontrati sulla Sassello – Urbe e in Val Merula, a ponente. Lungo la SP 49, in località Pratovallarino di Sassello, al km 2,8, è stato istituito un senso unico alternato, e la stessa misura è stata adottata sulla SP 13, al km 11,3 nel comune di Stellanello, dove l’impossibilità di garantire il passaggio bidirezionale ha portato all’installazione di un semaforo e al divieto di attraversamento per veicoli superiori alle 19 tonnellate. Nessuno dei ponti, va precisato, è pericolante, ma le verifiche tecniche che la Provincia di Savona esegue periodicamente hanno evidenziato alcune situazioni di degrado che consigliano di adottare delle precauzioni in attesa della messa in sicurezza.

You may also like...