Convegno dei balneari alla Camera di Commercio: ribadito il no alle aste

DSCF5928

Proroga di quindici anni delle concessioni e sospensione del canone demaniale per le spiagge danneggiate dalla mareggiata di fine ottobre, Sono i temi in discussione questo pomeriggio a Palazzo Lamba Doria, sede della Camera di Commercio Riviere di Liguria, alla presenza delle imprese del settore, dei Comuni costieri e dell’assessore al Demanio della Regione Liguria, Marco Scajola.

All’incontro, organizzato da CNA Savona, prendono parte anche alcuni parlamentari liguri e il coordinatore nazionale di CNA Balneatori, Cristiano Tomei. Dopo il saluto di apertura del presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria, Luciano Pasquale, e il saluto ai partecipanti di Paola Freccero, presidente provinciale di CNA Savona, si parla di argomenti di grande attualità quali le vidimazioni delle concessioni per permettere il prolungamento delle concessioni stesse, del ruolo dei Comuni costieri nei problemi delle imprese balneari e delle istanze per la sospensione del pagamento dei canoni demaniali annuali.

“Cna Balneatori è il primo sindacato ad aver affermato che la direttiva Bolkenstein non può riguardare il comparto balneare italiano – sottolinea Giovanni Botta, delegato Cna Balneatori di Savona –. La Cna prende atto delle misure attuate per allontanare il pericolo delle aste ma certamente proseguirà la sua azione affinché quanto detto divenga definitivo per dare un futuro certo alle imprese del settore”.

 

 

 

 

You may also like...