La passeggiata di ponente costerà 6 milioni: Loano batte cassa in Regione

Loano Passeggiata 02

Dopo l’approvazione del progetto architettonico, il Comune di Loano ha predisposto a tamburo battente anche lo studio di fattibilità tecnica ed economica della demolizione e rifacimento della passeggiata di ponente. L’adempimento era necessario per poter presentare domanda di finanziamento alla Regione Liguria nell’ambito del Fondo Strategico Regionale. L’intervento, che è stato suddiviso in quattro stralci funzionali, è rilevante: la stima dell’Ufficio Tecnico Comunale si aggira sui 5 milioni 730 mila euro, ripartiti tra il primo lotto, che da solo vale 2,9 milioni, la metà del costo complessivo, il secondo (1,5 milioni), il terzo (1 milione 350 mila) e il quarto (980 mila euro).

Il tratto di passeggiata da rifare è lungo 675 metri, tra i bagni Marisa e i bagni Carla, ovvero tra l’area degli ex cantieri Zunino e il confine comunale con Borghetto Santo Spirito. La passeggiata di ponente è da tempo in stato di forte degrado per il tempo e l’usura, ma con recente peggioramento a causa delle mareggiate autunnali, che hanno costretto il sindaco ad emettere un’ordinanza con divieto di transito. D’altra parte la riqualificazione del lungomare e dell’area retrostante completerà il rinnovamento di tutte le strutture a mare, sia pubbliche sia affidate in concessione. Il ricorso agli stralci funzionali è stato giustificato con la necessità di garantire alle realtà economiche della zona (/bagni marini, esercizi pubblici) la prosecuzione dell’attività nei mesi estivi.

Il cronoprogramma del Comune prevede l’affidamento della progettazione definitiva entro il prossimo giugno e di quella esecutiva del primo lotto entro ottobre; l’appalto dei lavori dovrebbe essere affidato entro febbraio 2020 con i lavori che, avviati nell’ottobre successivo, dovrebbero concludersi nell’aprile del 2021.  La passeggiata sarà completamente demolita e rifatta. Oltre ad un “rivoluzionamento” architettonico, sono previsti due ampliamenti verso il mare in corrispondenza dei bagni Marina Piccola e degli ex cantieri Zunino allo scopo di creare due belvedere; previste aree di sosta per bus e aree attrezzate di socializzazione.

 

You may also like...