Ai francesi di Engie la gestione dei 7 mila punti luce del Comune di Albenga

DSCF5006

Engie Servizi Spa di Roma, controllata dalla società energetica francese Energie Italia, si è aggiudicata l’appalto multimilionario per l’affidamento in concessione per 15 anni di tutti i servizi di prestazione energetica, riqualificazione, gestione e manutenzione degli impianti di pubblica Illuminazione del Comune di Albenga. Dal punto di vista economico, Engie Servizi ha offerto un ribasso di circa il 22,4% rispetto alla somma complessiva messa a base d’asta (7 milioni 393 mila euro), per un importo di 5 milioni 737 mila euro (oltre Iva).  In seguito al ribasso, il canone annuo che il Comune riconosce alla società scende dai 493 mila euro posti in gara a poco più di 380 mila euro. L’aggiudicazione è avvenuta con il criterio dell’offerta ritenuta più vantaggiosa secondo criteri di qualità/prezzo che sono stati valutati dalla commissione giudicatrice. Alla gara hanno partecipato cinque concorrenti.

Affidata alla stazione unica appaltante della Provincia di Savona, la gara riguarda la riqualificazione energetica, la manutenzione, messa in sicurezza e adeguamento normativo dei 7.141 punti luce del Comune. L’obiettivo è di ottenere una riduzione dei consumi energetici dell’intero sistema di pubblica illuminazione con interventi e servizi di riqualificazione energetica nonché la predisposizione di servizi smart city (tipo la messa in opera di “pali intelligenti”).

Il risparmio energetico dovrà essere almeno del 35% rispetto ai consumi energetici attuali, pari a 4,3 milioni di kilowattora di energia elettrica media annua, che comportano una “maxi bolletta” complessiva di circa 1 milione di euro. Per raggiungere questo risultato il Comune di Albenga aveva chiesto ai partecipanti alla gara di mettere sul piatto un investimento minimo di oltre 3,6 milioni, cifra minima riferita al presunto valore dell’investimento per l’efficientamento degli impianti (3 milioni 493 mila euro) a cui dovevano essere aggiunti 153 mila euro stimati necessari per riscattare gli impianti di illuminazione pubblica di Enel Sole, concessionario uscente, che risulta proprietario di 661 punti luce.

Tutti i costi di investimento, riqualificazione, gestione e manutenzione saranno sostenuti dal nuovo concessionario, mentre ovviamente il Comune continuerà a farsi carico del pagamento della fornitura elettrica. La commissione di gara era presieduta dall’ing. Vincenzo Gareri, dirigente del Settore Gestione della Viabilità, Edilizia e Ambiente di Palazzo Nervi.

 

You may also like...