Gli auguri degli operatori portuali per i 100 anni del comandante Cacace

cacace fedepiloti

Amedeo Cacace, il “comandante Cacace”, ha compiuto 100 anni lo scorso 2 febbraio. Decano dei piloti del porto di Savpona, socio fondatore del gruppo “Vanni Folco” dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, è stato sommergibilista ed è decorato con Medaglia di Bronzo al Valor Militare. Un simbolo per Savona, città dove – salernitano d’origine – vive dal 1953, anno in cui entrò a far parte della corporazione dei piloti. A festeggiarlo tra gli altri anche la Fedepiloti, con il suo presidente Francesco Bandiera, che ha portato gli auguri non solo della federazione ma di tutti i piloti d’Italia (nella foto). Festeggiato dal sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e da una delegazione di sommergibilisti, Cacace ha ricevuto messaggi augurali dal vice ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi, dal Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di Squadra Valter Girardelli, e dal Comandante Generale delle Capitanerie, ammiraglio Ispettore Giuseppe Pettorino. Un augurio particolare gli è stato rivolto da Ettore Campostano, presidente di Isomar, l’associazione che riunisce a Savona gli agenti ed i raccomandatari del porto.

“Caro Comandante – scrive Campostano -, nessuno come lei ha conosciuto il nostro mare e il nostro porto, ha evitato alle navi i pericoli nascosti, ha garantito loro un approdo sicuro per tanti e tanti anni. Dietro un sorriso perenne e la sua schiva generosità, ha tenuto nascosto un passato valoroso di combattente, come dimostrano le numerose e prestigiose onorificenze guadagnate in guerra nella Marina Militare”.

“Le sono – prosegue il messaggio -, le siamo grati di aver dedicato la vita, il talento e tutta la sua esperienza al nostro scalo. Ho saputo che sul sommergibile Cagni lei ha effettuato la più lunga navigazione mai fatta da una nave militare dell’epoca, 136 giorni: mi piace leggere questa impresa come un segno premonitore della lunga navigazione che l’avrebbe attesa e che, fra gioie grandi e dolori non da meno, l’ha condotta fino allo straordinario traguardo del secolo”.

You may also like...