A Savona imprese in leggero calo ma crescono le società di capitali  

LeOfficine03_foto-giuliano_ferrari

Ancora più chiusure che nuove aperture. Il sistema economico della provincia di Savona ha perso lo scorso anno 58 attività imprenditoriali, sintesi di 1.701 iscrizioni e 1.759 cancellazioni dal registro delle imprese gestito dalla Camera di Commercio. Il complesso delle imprese registrate è sceso a quota 30.088, con una limatura percentuale dello 0,19%. Il saldo negativo è risultato in controtendenza rispetto alle altre province liguri: Genova, con un saldo positivo di 233 imprese, è cresciuta dello 0,15%; Imperia, con 111 aziende in più, ha registrato un +0,43% e meglio di tutte ha fatto La Spezia con un saldo di 235 imprese, pari al +1,13%, uno dei maggiori incrementi a livello nazionale, dove la media di crescita è stata dello 0,52%.

Non del tutto negativo, comunque, il dato di Savona, in quanto all’interno del sistema delle imprese, si è registrato un rafforzamento strutturale. Infatti sono state registrate 114 società di capitali in più (ora il totale è di 4.409 unità), mentre sono diminuite sia le imprese di persone (-85 unità, per uno stock complessivo di 7.239) sia le imprese individuali (-87, con uno stock sceso a 17.701). Nessuna variazione per le “altre forme societarie”, rimaste invariate a quota 739.

A livello nazionale, nonostante un 2018 trascorso con l’affanno, le Camere di commercio hanno registrato l’iscrizione di 348.492 nuove imprese (8.500 in meno rispetto al 2017) e 316.877 chiusure di imprese esistenti (quasi 6 mila in più rispetto all’anno precedente). Il risultato di queste due dinamiche ha consegnato a fine dicembre un saldo positivo per 31.615 imprese. Anche se positivo, il dato 2018 segna un rallentamento rispetto al 2017. E’ quanto emerge, in sintesi, dai dati diffusi da Unioncamere-InfoCamere sulla natalità e mortalità delle imprese italiane nel 2018.

You may also like...