Assegnati per 13 milioni i lavori alla banchina del terminal crociere

2014prim-108-1024x5031-1024x503

L’Autorità di Sistema Portuale Genova Savona ha aggiudicato i lavori per l’approfondimento di 2 metri del fondale davanti al Palacrociere di Savona (zone operative 8,9 e 10), in modo da adeguarlo a ricevere le future navi ammiraglie di Costa Crociere, ad iniziare dalla “Smeralda”, attesa a Savona per il battesimo ufficiale il 3 novembre del prossimo anno.  La gara d’appalto è stata vinta dall’associazione temporanea di imprese che riunisce RCM Costruzioni si Salerno e la società Fincosit Srl, attualmente impegnata nella costruzione della piattaforma Apm Terminals di Vado Ligure.

La base d’appalto era fissata in 17 milioni di euro, oltre a 405 mila euro per oneri di sicurezza mentre il costo della manodopera era stimato in 2,7 milioni. RCM e Fincosit con criterio di aggiudicazione all’offerta più vantaggiosa) proponendo un ribasso del 21,81% rispetto alla base di gara, per un importo di 13,3 milioni. A favore delle imprese aggiudicatarie ha anche giocato la sensibile riduzione sui tempi di completamento previsti: soli 202 giorni a fronte dei 252 inseriti nel capitolato. Con l’aggiudicazione definitiva potrà essere sottoscritto il contratto e aperto il cantiere, che potrebbe quindi consentire il completamento dei lavori entro la prossima estate.

L’urgenza è determinata dal fatto che l’opera dovrà essere completata prima dell’arrivo della nuova ammiraglia, Costa Smeralda, previsto per il 3 novembre 2019. Il giorno successivo è in programma il “battesimo” ufficiale davanti alla Torretta. Seguirà la crociera inaugurale di sei giorni a Barcellona, Marsiglia e Civitavecchia. L’intervento prevede, oltre al dragaggio del fondale che aumenterà il pescaggio utile da 9 a 11 metri, anche il consolidamento delle fondazioni su cui poggia la banchina.

Contestualmente ai lavori in banchina, Costa Crociere, da parte sua, investirà ulteriori 4,5 milioni di euro per acquistare e installare due nuovi “finger”, i passaggi sospesi che collegano il terminal alla nave per consentire il l’imbarco e lo sbarco dei passeggeri. Anche la struttura del Palacrociere dovrà essere sottoposta a lavori di potenziamento in vista dell’attracco della “Smeralda”. La nuova ammiraglia Costa arriverà a Savona il 3 novembre 2019. L’ulteriore impegno finanziario della Compagnia è stato riconosciuto dall’Autorità di Sistema Portuale che nei giorni scorsi ha approvato il prolungamento della concessione sul terminal savonese sino al 2044.

You may also like...