Treni vecchi e raddoppio incompiuto: Legambiente boccia le ferrovie liguri

DSCF4888

Le grandi “incompiute” italiane sono 26, e tra queste, ovviamente il raddoppio ferroviario Genova – Ventimiglia che è privo dei 31 chilometri “savonesi” tra Finale Ligure e Andora.  Soprattutto collegamenti ferroviari di cui potrebbero beneficiare oltre 12 milioni di persone, ma che sono bloccati e privi di risorse. È quanto emerge dal dossier Pendolaria 2018 di Legambiente. L’associazione ambientalista ha presentato una prima analisi della situazione del trasporto ferroviario regionale nel nostro Paese, con l’obiettivo di sottolineare l’importanza e l’urgenza di migliorare il trasporto pubblico su ferro, offrendo un’alternativa più competitiva, economica e sostenibile all’automobile.

Per i pendolari, sulle 10 linee peggiori d’Italia, tra cui la solita Genova – Savona – Ventimiglia, nulla è cambiato rispetto ad un anno fa. Stesse linee, stessi treni, stessi disagi, a testimoniare la scarsa qualità del servizio che accomuna diverse aree del Paese. Non solo, ma in Liguria i treni in circolazione sono ancora il 5,2% in meno rispetto al 2010, segnando un recupero nell’ultimo biennio, ma in parallelo con un aumento record del costo dei biglietti, rincarati in otto anni del +49%, un record nazionale, e con la prospettiva di altri aumenti già programmati a partire dal 2021. La Liguria è anche la quinta regione italiana (prima del Nord e Centro Italia) per anzianità di servizio del materiale rotabile. L’età media è di 18,6 anni, a fronte dei 15,4 anni a livello nazionale; il 65% dei treni che svolgono servizio in Liguria ha più di 15 anni.

Ma soprattutto sotto tiro del rapporto di Legambiente è la Genova-Savona-Ventimiglia. “Per chi frequenta i 147 km di questa linea ferroviaria – sottolinea Pendolaria 2018 – continuano le criticità e proteste. Il materiale rotabile non risulta assolutamente in grado di soddisfare le richieste dei pendolari e dei turisti. Anche sulla puntualità dei treni piovono lamentele, ma i pendolari lamentano soprattutto convogli vecchi, con sedili rattoppati, bagni sporchi e maleodoranti specialmente in estate. Ed al contrario nei periodi più freddi i pendolari vedono il passaggio di ‘treni-frigorifero’ con carrozze al ghiaccio perché il riscaldamento spesso risulta guasto”.

Prioritario è il completamento del raddoppio: manca al momento la tratta di 31 km tra Finale Ligure e Andora, con la progettazione presentata al ministero delle Infrastrutture, ma non ci sono i finanziamenti. Le risorse disponibili sono inferiori ai 300 milioni su un costo stimato in oltre 1,5 miliardi.

You may also like...