Giornata di celebrazioni per il 70° compleanno del liceo Orazio Grassi

Liceo Grassi

Settant’anni fa, nel 1948, da sezione staccata del liceo scientifico “Cassini“ di Genova, il liceo scientifico “Orazio Grassi” di Savona acquisisce l’autonomia e diventa in pochi anni l’istituzione scolastica di riferimento per tutti coloro che intendano intraprendere studi universitari in ambito scientifico – tecnologico. Settant’anni che saranno celebrati venerdì 7 dicembre con un incontro pubblico nell’aula magna dell’istituto di via Corridoni, a Villapiana.

Un liceo, quello intitolato al grande astronomo e matematico savonese della prima metà del Seicento, da sempre aperto all’innovazione nel mondo della scuola. Già negli anni ’80 affianca ai corsi tradizionali quelli sperimentali; nel 1986 la sperimentazione ad indirizzo chimico-biologico, nel 1987 quella collegata al piano nazionale dell’informatica, nel 1991 quella linguistica e, infine, dal 2004, quella ad indirizzo tecnologico.  Con il nuovo riordino del sistema dei licei, dall’anno scolastico 2010-11 al Liceo scientifico tradizionale si affianca l’opzione delle scienze applicate.

Il programma dell’incontro del 7 dicembre si apre alle 9 con i saluti e gli interventi del dirigente scolastico Fulvio Bianchi, del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, del dirigente territoriale dell’Ufficio Scolastico della Liguria Alessandro Clavarino e del presidente dell’Associazione ex alunni Guglielmo Marchisio. Seguirà, a cura del prof. Fausto Desalvo, dell’Università di Bologna, la presentazione del testo “Professori, personale e diplomati in 70 anni di storia 1948-2018”. Alle 10 Maria Pia Rogantin, dell’Università di Genova, interverrà su “La statistica nella prospettiva degli studi” e Renato Procopio, del corso di Ingegneria elettrica del Campus di Savona illustrerà i progetti di collaborazione con il Liceo Grassi.

Seguiranno gli interventi di Bruno Bellonotto, che anticiperà il programma delle iniziative a conclusione delle celebrazioni per il 70° e le attività di potenziamento dell’Area Scientifica, e dello storico Giovanni Gallotti, che illustrerà una ricerca sull’edificazione dell’ala storica del liceo. In conclusione visita alla mostra allestita nell’atrio dell’istituto, con presentazione del percorso espositivo a cura di Valeria Bruno.

You may also like...