Piaggio Aero: subito il commissario per garantire la continuità aziendale

Piaaagg

La nomina immediata di un commissario che gestisca l’amministrazione straordinaria di Piaggio Aerospace in modo da mantenere gli attuali livelli di attività sia nello stabilimento di Villanova d’Albenga, sia a Genova e nello stabilimento collegato LearH. E’ quanto hanno chiesto al prefetto di Savona Antonio Cananà le amministrazioni locali che sono intervenute a sostegno dei lavoratori alla manifestazione sindacale che si è svolta questa mattina a Savona. Tra i presenti, oltre a delegazioni di altre aziende del territorio, il senatore Paolo Ripamonti (Lega), i consiglieri regionali Andrea Melis (M5S), Paolo Ardenti (Lega), Luigi De Vincenzi (Pd) e Angelo Vaccarezza (FI), il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri.

Il corteo, partito da piazza del Brandale, ha attraversato il centro e raggiunto la Prefettura, dove sindacati e istituzioni hanno presentato un documento per chiedere che il governo nomini subito un commissario, garantisca i livelli occupazionali e acceleri il confronto con sindacati e istituzioni. Sindacati e lavoratori hanno infatti definito “tardivo” l’appuntamento a Roma fissato per il prossimo 7 dicembre al ministero per lo Sviluppo Economico ed hanno chiesto l’anticipazione dei tempi, in quanto a fine mese possano essere affrontate le scadenze tecniche che altrimenti metterebbero a rischio la continuità aziendale.

I posti di lavoro in discussione sono 1.200. L’azienda, controllata dal fondo arabo Mubadala, era in attesa dello sblocco da parte del governo di una commessa per l’acquisto di 10 droni P.2HH destinati all’Aeronautica Militare, decisa dall’esecutivo Gentiloni ma non ancora approvata dal nuovo governo. Proprio questa incertezza avrebbe spinto la proprietà a chiede l’amministrazione straordinaria.

You may also like...