“Savon@ppeal” ha premiato i migliori progetti d’impresa degli studenti

savonappeal 2017 24 ottobre

Oltre 200 studenti degli istituti superiori tecnico-commerciali e turistici della provincia di Savona hanno affollato ieri la Sala della Sibilla, sul Priamàr di Savona, per la festa conclusiva della sesta edizione del progetto si orientamento al lavoro “Savon@ppeal” che ha visto quest’anno il coinvolgimento di oltre 300 studenti, e quasi 2000 dall’inizio del percorso nel 2013. L’iniziativa si è incentrata su un percorso informativo ed orientativo tra incontri in aula e visite guidate alle aziende, nell’ambito delle attività svolte da Confcommercio durante l’anno scolastico, con il contributo della Camera di Commercio Riviere di Liguria.

“Savo@ppeal” si propone di far conoscere ai ragazzi l’economia del terziario e comprende anche un concorso “Dall’idea all’impresa” tra le classi degli Istituti coinvolti per la progettazione di una nuova impresa del terziario. Ieri sono stati illustrati i progetti e premiate le idee migliori.

Dopo i saluti dell’assessore comunale alle attività Produttive, Maria Zunato, è stato il presidente   della Camera di Commercio, Luciano Pasquale, a sottolineare l’importanza del progetto come strumento di collegamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro. Vincenzo Bertino, presidente provinciale di Confcommercio, ha affermato che l’apporto delle nuove generazioni all’economia del turismo e del commercio è fondamentale per affrontare con spirito aperto l’innovazione necessaria ad un mondo in rapidissima trasformazione.

La responsabile del progetto, Annamaria Torterolo, ha illustrato le modalità del concorso, lasciando poi la parola ai ragazzi, veri protagonisti della mattinata, che hanno esposto le loro “idee” d’impresa. Tre erano i premi in palio: per la grafica, per l’innovazione e per il miglior progetto in assoluto.

L’Istituto Falcone di Loano ha proposto ben quattro progetti : “Breaking Bread”, una paninoteca in grado di coniugare ristorazione e divertimento; “Ti pesto”, cucina per la valorizzazione dei prodotti locali;  “Wallace’s’ Scottisch Pub” e “Fresh Fruit”. Quest’ultimo, un negozio per la produzione e vendita di frullati, si è aggiudicato il premio per la grafica perché “esprime un’idea lineare e realizzabile, immagini luminose che invogliano ad avvicinarsi al lavoro con un sorriso…e il desiderio di un sorso di serenità”.

L’ Istituto Boselli di Savona ha presentato “Gossip Food”  e “Le Bleu”, ristorante di charme. L’Istituto Mazzini di Savona con “Gocce e Grammi”, negozio alla spina, si è aggiudicato il premio per l’innovazione con la motivazione: “una impegnativa mission per un gruppo di giovani sensibili ai temi della salvezza e della sostenibilità…Riusciremo con piccoli, ma concreti, passi come questo a cambiare il mondo? Intanto rimbocchiamoci le maniche e proviamoci!”.

L’Istituto Alberghiero Giancardi di Alassio, con “Sweet Dream” (laboratorio di pasticceria), ha vinto il premio per il miglior progetto perché “la solidità dell’idea e il preciso dettaglio delle motivazioni corredate da un business plan ragionato, la riscoperta e la messa a sistema di fattori ed esperienze territoriali, motivazionali, familiari e formative fanno di quest’idea un progetto che può essere concretamente realizzato rispondendo così al meglio al claim del premio “Dall’Idea all’Impresa”.

 

You may also like...