Ricerca e Innovazione: aperto il bando da 3 milioni per l’Area di crisi savonese

Est 14 due 029

Fino al 31 ottobre sarà possibile alle imprese inserite tra le Infrastrutture di Ricerca insediate nell’Area di crisi complessa del Savonese partecipare al bando da 3 milioni di euro di fondi Por Fesr 2014-2020 (Asse 1 Ricerca e Innovazione) promosso dalla Regione Liguria. Si tratta di un provvedimento a sostegno delle imprese che presentano investimenti di importo inferiore a 1,5 milioni di euro (per quelli di importo superiore era disponibile il bando di Invitalia dotato di 20 milioni di euro).

Sono considerati ammissibili interventi rivolti al potenziamento delle infrastrutture esistenti; a realizzare processi di accorpamento per superare una spiccata frammentazione o interventi funzionali allo sviluppo di attività di ricerca con ricadute rilevanti per il sistema delle imprese; ad aumentare l’attrattività delle Infrastrutture di Ricerca per investitori esteri e per risorse umane di alto profilo.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nella misura del 50% della spesa ammissibile; l’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 300 mila euro e l’importo massimo del contributo concedibile non può superare 1 milione di euro. Le domande di ammissione all’agevolazione devono essere redatte esclusivamente online accedendo al sistema bandi online della Regione Liguria. L’istruttoria delle domande sarà effettuata dal Settore “Sviluppo strategico del tessuto produttivo e dell’economia ligure” di Regione Liguria con procedura valutativa a graduatoria.

Alla “call” promossa da Invitalia per far emergere le manifestazioni di interesse ad avviare iniziative nell’Area di crisi erano stati presentati, tra gli altri, alcuni progetti di ricerca, per un ammontare di 7 milioni di investimenti che avrebbero comportato la creazione di 24 nuovi posti di lavoro. Progetti concentrati nell’area di Vado Ligure e di Cairo Montenotte. In quest’ultimo Comune, va ricordato, è attivo a Ferrania il Parco Tecnologico della Valle Bormida, società in house della Regione Liguria attraverso la finanziaria Filse, che opera nei settori delle energie rinnovabili, nel risparmio ed efficienza energetica e nella chimica.

You may also like...