Dalle tasse portuali 500 mila euro l’anno al Comune di Vado Ligure

 

Apm workinprogr 18

Intesa raggiunta tra Autorità di Sistema Portuale e Comune di Vado Ligure sulla convenzione che regola i rapporti tra le due amministrazioni per tutti gli aspetti riguardanti la realizzazione e l’operatività della piattaforma di Apm Terminals. La convenzione, prevista dall’Accordo di Programma approvato nel 2008, prevede l’obbligo, da parte dell’Authority, di trasferire al Comune, per tutta la durata della concessione (50 anni) una quota pari al 30% del gettito delle tasse di ancoraggio e sulle merci movimentate al terminal, e comunque una somma non inferiore a 500 mila euro annui.

Si tratta di un importo collegato agli oneri aggiuntivi che l’operatività della nuova piattaforma portuale e le attività ad essa collegate comporteranno per l’amministrazione municipale.  La prima tranche da mezzo milione di euro sarà trasferita al Comune entro il 31 marzo del 2019 e sarà utilizzata per la costruzione o l’acquisto di un nuovo manufatto da adibire a magazzino e officina del Servizio Manutenzione. I successivi versamenti annuali dovranno comunque essere destinati a opere e interventi finalizzati alla riqualificazione del litorale, al mantenimento ed alla gestione delle infrastrutture urbane connesse alla piattaforma, alla riqualificazione del fronte mare di Vado, con particolare riguardo a progetti nel campo del monitoraggio ambientale, nella manutenzione del patrimonio pubblico, nella tutela e manutenzione dei beni demaniali, in attività di prevenzione e di protezione civile.

 

You may also like...