Plodio cambia rotta: previste meno abitazioni e più aree produttive

Comune Plodio

A conclusione di un iter durato oltre quattro anni, la Regione Liguria ha approvato una corposa variante al Piano Regolatore Generale del Comune di Plodio (nella foto il municipio). La variante – in attesa che sia completato l’iter del nuovo Puc – riguarda la revisione delle zone destinate ad espansione edilizia e l’introduzione di una zona per insediamenti artigianali. In particolare è stato deciso da un lato di ridurre le previsioni residenziali nei comparti che non sono stati attuati e, dall’altro, trasformare un’area agricola in area produttiva in località Vallone, per dare una risposta alle crescenti esigenze occupazionali emerse negli ultimi anni.

La nuova zona artigianale e produttiva ha una superficie di circa 24 ettari e si sviluppa su un’area che si trova parzialmente sotto un viadotto dell’autostrada Savona-Torino. Nella zona, escluso l’insediamento di attività insalubri, è prevista l’attuazione degli interventi mediante ricorso a concessione edilizia convenzionata, sulla base di un indice di fabbricabilità fondiaria di 0,50 mq/mq, previo il potenziamento della viabilità di accesso e la realizzazione di un collegamento con la vicina strada statale Carcare – Millesimo. Quanto alla riduzione delle aree residenziali, è stato preso atto che su nove zone di espansione previste dal Prg, cinque non hanno avuto alcuna attuazione, tre sono state attuate parzialmente e solo una è stata completata.

You may also like...