Terme di Vallechiara in vendita all’asta per 1,5 milioni a fine giugno

DSCF0475

Lo stabilimento di acque minerali Terme di Vallechiara sarà venduto all’asta, il prossimo 29 giugno, per poco meno di un milione e mezzo di euro. L’azienda di Altare è inattiva dalla fine del 2013 ed è stata dichiarata fallita nel novembre del 2016. Le offerte potranno essere presentate nello studio savonese del notaio Firpo entro le ore 12 del 28 giugno e il giorno successivo, sempre alle 12, dopo l’apertura delle buste ci sarà l’eventuale gara tra gli offerenti.

L’importo a base d’asta (1.475.000 euro) è stato stimato dal perito, l’ingegnere Sergio Fenoglio, tenendo conto dell’attuale stato di conservazione dei beni. L’azienda si trova in località Lipiani di Altare e si estende su una superficie di quasi 12 mila metri quadrati, di cui 4.400 coperti da fabbricati. I reparti produttivi occupano circa 2.500 mq e vi sono installate due linee di confezionamento (vetro e pet) per una capacità annua di circa 50 milioni di bottiglie; il magazzino si estende su 1.500 mq. e l’area coperta per carico/scarico ha una superficie di 400 mq. Oltre allo stabilimento, la vendita comprende 550 mila metri quadrati di terreni, in gran parte costituiti da boschi, lungo la collina a sud della fabbrica, dove si trovano le sorgenti di captazione dell’acqua.

La perizia valuta i terreni circa 100 mila euro, gli impianti e attrezzature 240 mila (giudicandoli in buone condizioni tenuto conto del tempo passato dalla cessazione dell’attività) e 1 milione 135 mila euro l’area di stabilimento. Dal punto di vista urbanistico l’area è confermata a destinazione industriale o artigianale.

You may also like...