Convegno-evento sulla gestione dei rischi naturali al Campus di Savona

DSCN3961

“La gestione dei rischi naturali: il ruolo dei tecnici”. E’ il tema del convegno – evento organizzato per giovedì 3 maggio dall’Università di Genova nel Campus di Savona, in collaborazione con: Fondazione CIMA, Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale e Corso di laurea Magistrale in Engineering for Natural Risk Management.

La sessione mattutina, preceduta dai saluti del sindaco Ilaria Caprioglio e del delegato del Rettore per il Campus di Savona Federico Delfino, ordinario di Sistemi elettrici per l’energia, inizierà alle 9,30 con l’introduzione di Piera Maria Vipiana, ordinario di diritto amministrativo dell’Università di Genova. Seguiranno: Rosario Ferrara, ordinario di diritto amministrativo dell’Università di e docente della Luiss di Roma (“Scienza e diritto nella società del rischio: il ruolo dei tecnici”); Giorgio Boni, ricercatore di costruzioni idrauliche e marittime e idrologia dell’Università di Genova e presidente della divisione Rischi Naturali dell’European Geosciences Union (“Valutazioni incerte: lo stato dell’arte della previsione operativa del rischio idrometeorologico”); Paola Lombardi, associato di diritto amministrativo dell’Università di Brescia (“La mitigazione del rischio idrogeologico tra scienza e diritto”); Daniele Caviglia, ordinario di elettronica dell’Università di Genova (“Innovazioni nel monitoraggio in tempo reale della pioggia”); Maria Pia Giracca, docente di Diritto dell’ambiente presso l’Università del Piemonte Orientale (“Il controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose: il ruolo dei tecnici”).

La sessione pomeridiana, incentrata sugli aspetti giuridici, inizierà alle 14 con l’intervento di Maria Teresa Bonavia, primo presidente della Corte d’Appello di Genova, sul ruolo dei tecnici consulenti del giudice nei processi civili, e in particolare nei giudizi correlati alla gestione dei rischi naturali. Seguiranno Andrea Scella, ordinario di diritto processuale penale dell’Università di Udine (“Il ruolo dei tecnici periti del giudice nei processi penali, specie nei giudizi correlati alla gestione dei rischi naturali”); Fiorenza Giorgi, giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Savona (“Il provvedimento giurisdizionale come momento di sintesi fra le competenze del tecnico e del magistrato”); Anna Maria Peccioli, associato di diritto penale dell’Università di Genova (“Profili di responsabilità penale del tecnico nella gestione dei rischi naturali”); Luca Ferraris, ricercatore di costruzioni idrauliche e marittime e idrologia dell’Università di Genova e presidente di Fondazione CIMA, e Marco Altamura, consigliere giuridico di Fondazione CIMA (“Sistema della protezione civile: funzioni, profili organizzativi e responsabilità penale degli operatori”); Gerolamo Taccogna, ricercatore di diritto amministrativo e professore aggregato all’Università di Genova (“Integrità del territorio ed eventi franosi”); Matteo Timo, professore di Diritto urbanistico e Legislazione delle opere pubbliche presso l’Università di Genova (“Beni culturali, rischio sismico e ruolo dei tecnici”). Le conclusioni sono affidate a Giuseppe Pericu, emerito di diritto amministrativo dell’Università di Genova, già sindaco di Genova e parlamentare.

You may also like...