Contributi a Comuni e Province per la realizzazione di piste ciclabili

comuni-in-pista

Da martedì scorso, 3 aprile, e fino al prossimo 2 luglio è possibile presentare le domande di ammissione a contributo in conto interessi sui mutui relativi alla realizzazione di piste ciclabili, piste ciclopedonali, sentieri ciclabili e ciclodromi. Il bando, previsto dal protocollo d’Intesa sottoscritto nel febbraio scorso tra l’istituto per il Credito Sportivo, l’Associazione Nazionale Comuni d’Italia (ANCI) e Federciclismo, è aperto agli Enti locali (Comuni, Unioni dei Comuni e Comuni in forma associata,  Città Metropolitane e Province).

Grazie a questo protocollo d’intesa, gli Enti Locali potranno godere del totale abbattimento degli interessi, su uno o più mutui, sino all’importo massimo complessivo di 3 milioni di euro che raddoppia a 6 milioni di euro se il beneficiario è un’Unione di Comuni o Comuni in forma associata, un Comune capoluogo, una Città metropolitana o una Provincia. Gli importi di mutuo eccedenti i limiti saranno concessi a tassi agevolati da un contributo in conto interessi dello 0,70%.

Le istanze di ammissione dovranno essere relative ad un solo progetto o lotto funzionale, saranno esaminate con procedura a sportello e ammesse a contributo fino ad esaurimento delle risorse stanziate. I progetti, definitivi o esecutivi, per essere ammessi a contributo devono essere state approvate dal Coni.

Saranno ammessi a contributo anche interventi parziali (lotto funzionale) di un progetto generale a condizione che la “pista ciclabile” realizzata sia funzionalmente autonoma, fruibile ed efficiente indipendentemente dalla realizzazione delle altre parti del progetto generale. I lavori relativi al progetto presentato non devono essere già iniziati al momento della presentazione della richiesta di ammissione a contributo.

 

You may also like...