Talassoterapia: autorizzazione ambientale al Grand Hotel di Alassio

Gran Hotel Alassio

La Provincia di Savona ha rilasciato al Grand Hotel di Alassio l’autorizzazione a prelevare e successivamente restituire al mare le acque di raffreddamento necessarie alle attività di talassoterapia svolte all’interno della struttura alberghiera. Lo scarico è originato dalle acque marine prelevate – in quantità pari a 70 metri cubi all’ora – con condotta sottomarina a 120 metri dalla battigia e restituite, con altra condotta sottomarina con sbocco a 2,5 metri di profondità ed a circa 80 metri dalla battigia. L’acqua di mare è utilizzata per il raffreddamento dell’impianto di climatizzazione estivo (scambio di calore) e durante il ciclo subisce un aumento di temperatura di circa 4°C rispetto alla temperatura dell’acqua prelevata.

Titolare degli scarichi è il Comune di Alassio, proprietario dell’intero complesso immobiliare che è stato affidato in concessione per 85 anni alla società Fincos Alassio Srl che ha realizzato tutte le opere. A sua volta la Fincos ha delegato alla gestione dell’attività di talassoterapia e la competenza sugli scarichi alla società Talasso Srl. Già nel dicembre scorso il Comune di Alassio aveva autorizzato la società al prelievo delle acque marine. Ora la regolarizzazione dell’attività è stata completata con l’autorizzazione unica ambientale al rilascio in mare di quanto prelevato, nel rispetto delle norme e dei parametri prescritti.

You may also like...