Edilizia scolastica: finanziati i progetti di 22 comuni della provincia

sicur scuole

Sono 6 i Comuni savonesi che beneficeranno dei fondi per l’edilizia scolastica stanziati dalla Legge di Bilancio 2017. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha pubblicato l’elenco dei Comuni beneficiari delle risorse, dopo che lo scorso 22 novembre aveva stilato le ripartizioni regionali. In complesso gli interventi di messa in sicurezza antisismica e antincendio che beneficeranno degli 1,058 miliardi di euro a disposizione saranno 1.769.

Tra questi, la scuola per l’infanzia di piazza Furlotti a Cengio (995 mila euro), la nuova palestra dell’edificio scolastico di via Colombo a Cisano sul Neva (1,2 milioni di euro), l’istituto comprensivo di via Lambertini a Calizzano (250 mila euro per verifiche strutturali e copertura della palestra), le scuole medie di piazza Moro a Noli (950 mila euro per il consolidamento strutturale dell’edificio), la scuola primaria di salita Suor M.C. Clementi di Pietra Ligure (120 mila euro per sostituzione controsoffitti e nuova illuminazione a Led) e la scuola primaria di Quiliano (95 mila euro per rifacimento degli intonaci e verifiche).

Altri interventi nel campo dell’edilizia scolastica e sportiva saranno resi possibili dall’allentamento del patto di stabilità autorizzato dal ministero dell’Economia e delle Finanze per un migliaio di Province e Comuni. L’attribuzione degli spazi finanziari per l’anno 2018 avviene nel quadro dell’operazione #Sbloccascuole2018, condotta dalla Struttura di Missione #ItaliaSicura per la riqualificazione dell’Edilizia Scolastica e dalla Ragioneria Generale dello Stato.

Sono 16 i Comuni savonesi che hanno ottenuto spazi finanziari. I maggiori beneficiari saranno Alassio (1 milione 750 mila euro) e Vado Ligure (1 milione 398 mila). Seguono Andora (514 mila), Laigueglia (505 mila), Bergeggi (404 mila) e Noli (320). Calice Ligure e Orco Feglino potranno investire 180 mila euro ciascuno e Cosseria 120 mila. Più modesti gli spazi finanziari di Mioglia (45 mila euro), Sassello (41 mila), Urbe (40), Massimino (33), Stella (25), Giusvalla e Plodio (20 mila).

 

 

You may also like...