A Vado Ligure la priorità assoluta è pulire i torrenti e il rio Valletta

DSCF4722

Parte l’operazione “Autunno in Sicurezza” a Vado Ligure, con la programmazione di una serie di interventi finalizzati alla difesa del suolo e incentrati soprattutto nella pulizia annuale dei corsi d’acqua che attraversano il territorio comunale. Il taglio della vegetazione cresciuta negli alvei riguarda i torrenti Segno e Quiliano (zona foce) e numerosi corsi d’acqua minori: Cà Lotta, Bosco-Giue, Termini, Calcinara, Naberrè, Terrusso, Ballaina, Fornace e Scuro, per una spesa stimata di quasi 40 mila euro (di cui circa 12 mila resi disponibili dalla Regione Liguria).

Si tratta di lavori che, sottolinea il Comune, rivestono carattere di priorità assoluta e devono essere avviati nel più breve tempo possibile per prevenire problemi in caso di precipitazioni abbondanti. Un intervento specifico, che ha lo stesso carattere prioritario, riguarda il rio Valletta, dove è necessario rimuovere il materiale alluvionato che è andato ad accumularsi soprattutto nel tratto terminale che scorre sotto via Ferraris e la via Aurelia. La spesa prevista, in questo caso, è di 45 mila euro, ma l’iniziativa è più complessa, in quanto richiederà la predisposizione di un progetto specifico, già affidato al geologo Sergio Aicardi dello Studio Progea di Savona.

 

You may also like...