A Dacia Maraini il premio dell’“Inquieto dell’Anno 2017”

maraini dacia

Il premio “Inquieto dell’anno” è stato attribuito a Dacia Maraini. L’annuncio è stato fatto questa mattina dal presidente del Circolo degli Inquieti, Paolo De Santis. Nata a Fiesole (Firenze) il 13 novembre 1936, scrittrice, poetessa e drammaturga, succede nell’albo d’oro del prestigioso premio promosso dall’associazione culturale savonese, a Luciano Canfora. Il premio, che non ha valore venale, è una attestazione pubblica al personaggio che, indipendentemente dai suoi campi di interesse o di attività, si è contraddistinto per il suo essere “inquieto”.

“Un riconoscimento alla persona, al suo essere – spiega il presidente De Santis – e Dacia Maraini è inquieta in tutti i sensi. Ha ereditato i geni dell’inquietudine dai genitori e l’ha portata nel suo lavoro culturale”. Negli scorsi anni sono stati premiati tra gli altri, Renato Zero, don Luigi Ciotti, Raffaella Carrà, Emilio Fede, Antonio Ricci, Gino Paoli, Gad Lerner. La consegna del premio avverrà domenica 8 ottobre, alle 20,30, al Teatro Chiabrera di Savona a conclusione di una “tre giorni” di eventi dedicati dal Circolo degli Inquieti all’universo femminile con conferenze, tavole rotonde, proiezioni e mostre.

 

You may also like...