Tra gli alambicchi dei laboratori Itis è nato lo shampoo alla lavanda “Sisto”

DSCF5049

Si chiama Sisto ed è lo shampoo ideato, “formulato” e prodotto dagli aspiranti periti chimici dell’Itis di Savona. La nuova linea per i capelli è stata lanciata nella sede dell’ente di formazione per acconciatori Futura di Confartigianato Savona nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro “Facciamo… l’impresa”. Si tratta dell’ultima fase di un percorso iniziato circa un anno fa e che ha portato 23 studenti del terzo e quarto anno dell’indirizzo Chimico dell’Istituto Ferraris Pancaldo, coordinati dai loro insegnanti, a realizzare un prodotto oggi registrato al portale europeo CPNP (Cosmetic products notification portal) con il nome di “Sisto Shampoo”.

È uno shampoo alla lavanda, perché intende collegare il prodotto al territorio, ed è realizzato secondo le “Norme di Buona Fabbricazione” e con la valutazione di qualità da parte della società di consulenza sulla sicurezza dei prodotti cosmetici “Angel Consulting” di Genova Nervi. Nella sede di Futura, alla presenza del dirigente dell’Istituto Tecnico Ferraris Pancaldo, Alessandro Gozzi, del direttore di Futura, Mariano Cerro, e di Elisabetta Perata per Angel Consulting, c’è stato l’atto conclusivo del progetto di alternanza scuola lavoro, ovvero i test con i futuri acconciatori per dare l’ ultimo e definitivo ok alla commercializzazione di Sisto Shampoo.

Gli studenti di Futura, durante la presentazione pubblica, hanno applicato sui capelli di alcune modelle il prodotto, realizzando una piega, al fine di valutare in corso d’opera le proprietà dello shampoo. “Ritengo sia un esempio forte e positivo di quello che è la formazione oltre l’aula – ha sottolineato il direttore Cerro -. Come Futura auspico che si possa procedere nella collaborazione, trovando altri spazi utili per la crescita professionale dei nostri ragazzi”. “Questo percorso di Alternanza Scuola Lavoro – ha aggiunto il preside Gozzi – mi rende particolarmente orgoglioso perché rappresenta un’azione formativa a 360 gradi, che si è potuta dispiegare grazie alla qualità dei nostri ragazzi, all’impegno e professionalità dei docenti e alla fattiva e incondizionata disponibilità messe in campo da Confartigianato e Angel Consulting”. Protagonisti del percorso, insieme ai ragazzi, sono stati i docenti Raffaella Biavasco, Valentina Lanfranco, Teresa Arata, Quintino Florio, Valeria Valente e, come tecnico di laboratorio, Valeria Ianniello.

You may also like...