Cinque fallimenti decretati in due giorni dal Tribunale di Savona

DSCF4664

In due soli giorni, il 6 e 7 giugno scorsi, il Tribunale di Savona ha decretato ben 5 fallimenti societari, portando a quota 20 il numero delle imprese savonesi che hanno fatto “crac” dall’inizio dell’anno. Le sentenze dei giudici hanno riguardato due società di Andora che erano attive nella produzione di calcestruzzo, un’impresa edile ed impiantistica di Celle Ligure già finita in liquidazione, una lavanderia di via Nizza in località Natarella di Savona e un’attività di commercio all’ingrosso di frutta e verdura di via Chiabrera a Legino, sempre nel Comune di Savona.

Nonostante l’“exploit” di inizio giugno, tuttavia, il numero delle imprese dichiarate fallite resta sotto il livello di guardia, tenuto conto che lo scorso anno, nei primi sei mesi, il numero dei “crac” decretati si era attestato a quota 33.

You may also like...