In vendita le proprietà del fallimento Scavo-Ter: c’è anche un posto barca

foto 2012 uno 010

Un capannone artigianale a Parco Doria, un deposito a Bossarino, un terreno a San Genesio e un posto barca da 18 metri di lunghezza nell’approdo nautico di Porto Maurizio: sono in vendita le proprietà immobiliari della Scavo-Ter, la società del gruppo Fotia dichiarata fallita nell’aprile dello scorso anno dal Tribunale di Savona. A raccogliere le offerte è il curatore fallimentare, Stefania Chiaruttini, dello studio Chiaruttini & Associati di Milano.

La vendita avviene per lotti distinti. Il più rilevante per importo riguarda il capannone ricavato nell’ambito degli insediamenti di Parco Doria (nella foto), tra via Braja e via Stalingrado: costruito meno di 10 anni fa,1.200 metri quadrati, è stato valutato dal tecnico incaricato, Emmanuele Auxilia, oltre 1,3 milioni, anche se l’importo base è fissato in 1 milione 182 mila euro. Il secondo lotto riguarda il deposito artigianale di via Tommaseo, nella zona di Bossarino, a Vado Ligure, stimato circa 61 mila euro a fronte di una superficie di 280 metri quadrati. Terzo lotto il terreno agricolo di circa 400 metri quadrati ai margini di via Montegrappa, sopra la frazione San Genesio di Vado Ligure: 25.500 euro di valutazione. Infine il posto barca a Porto Maurizio: 18 metri di lunghezza per 6 metri di larghezza utilizzabile, pari a 102 metri quadrati di specchio d’acqua e con concessione cinquantennale: in vendita per 105.730 euro.

Il curatore fallimentare accetta anche offerte inferiori al valore di stima, riservandosi di valutarle, purché non siano inferiori di oltre il 25% rispetto al prezzo base.

You may also like...