Il Consorzio per la Depurazione arruola ingegneri per tutte le progettazioni

Depurat 2

Il Consorzio per la Depurazione del Savonese ha aperto un bando rivolto a concludere un accordo quadro di validità biennale (con possibilità di proroga per altri due anni) con un unico operatore per l’affidamento dei servizi di ingegneria riguardanti il Servizio Idrico Integrato. Il Consorzio, come noto, ha ottenuto in gestione acquedotti, fognature e impianti di depurazione (nella foto il depuratore consortile di Zinola) dell’ambito territoriale ottimale denominato Centro Ovest 1 – Savona, che comprende i comuni costieri tra Varazze e Finale Ligure, oltre ad alcuni dell’immediato entroterra, tra cui Stella, Quiliano, Vezzi, Calice Ligure e Rialto.

L’appalto riguarda attività di progettazione (/definitiva ed esecutiva), coordinamento e direzione lavori in tutte le iniziative che il Consorzio metterà in cantiere nei prossimi due (e quattro) anni, in un range di onorari professionali che va da un compenso minimo di zero euro (qualora non fosse necessario nessun intervento) ad uno massimo stimato globalmente in circa 1,2 milioni di euro. A titolo indicativo il Consorzio informa che mediamente, in due anni, l’importo degli appalti affidati si aggira intorno ai 4,7 milioni.

Possono partecipare al bando singoli professionisti o in associazione, in ogni caso con un’esperienza decennale di attività. Il criterio scelto per l’affidamento è quello dell’offerta economica più vantaggiosa per il Consorzio, sulla base del miglior rapporto tra qualità del servizio e prezzo proposto. Quest’ultimo sarà determinato dal ribasso inserito nell’offerta rispetto a tutti i parametri di legge previsti per le prestazioni di progettazione.

Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12 di venerdì 23 giugno allo studio del notaio Flavio Brundu di Savona. L’apertura delle buste è in calendario martedì 27 giugno alle ore 9 nella sede del Consorzio per la Depurazione.

You may also like...