L’agroalimentare macina record: a Savona gli addetti sono quasi 10 mila

 

linea bio

Prosegue in Italia il boom del settore agroalimentare. Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano, aumenta il fatturato (271 miliardi di euro, uno in più tra il 2015 e il 2016) mentre gli addetti sono circa 2 milioni, tenendo conto del comparto agricolo, dell’industria alimentare, del commercio all’ingrosso e al dettaglio di generi alimentari.

Sono 17.528 le imprese attive nel settore in Liguria, con 38.755 addetti. Il numero delle imprese, tra un anno e l’altro, è diminuito di 237 unità (-1,3%) mentre l’occupazione è rimasta stazionaria. Tra le imprese liguri dell’agroalimentare 9.748 sono nell’agricoltura, 4.857 sono negozi alimentari (supermercati compresi), 1.820 sono attive nell’industria alimentare e delle bevande.

Le imprese in Italia si concentrano a Bari (35.194), Napoli (29.995), Foggia (29.249), Roma (27.763), Salerno (24.633) e Cuneo (23.254). Ai primi posti per addetti: Milano (134 mila), Bari (66 mila), Roma (65 mila), Verona (60 mila), Cuneo e Napoli (quasi 55 mila). In provincia di Savona le imprese dell’agroalimentare sono 4.338 (70 in meno rispetto al 2015), di cui 2.935 agricole, 873 negozi al dettaglio e 374 aziende di trasformazione industriale. Gli occupati sono 9.320 (67 in più in un anno), suddivisi tra 4.577 agricoltori, 2.324 addetti al commercio al dettaglio e 1.812 addetti dell’industria agroalimentare.

You may also like...