Elezioni provinciali: la maggioranza passa al centro destra

palazzo-nervi

Cinque seggi alla lista di centro destra (“Cambiamo la Provincia”), tre seggi alla lista di centro sinistra (“Uniti per la Provincia”), due seggi alla lista territoriale del levante (“Il Levante per la Provincia”). E’ questa la conclusione delle elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale di Savona, un voto che rappresenta un autentico “ribaltone” rispetto al risultato di due anni fa quando il centro sinistra aveva conquistato la maggioranza, portando all’elezione a presidente del sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano. Ieri è andata diversamente: 553 i sindaci e i consiglieri comunali votanti, pari a quasi il 70% degli aventi diritto, e un sistema di conteggio che suddivide gli stessi elettori in varie fasce, secondo la dimensione dei vari comuni. Di qui qualche difficoltà nel calcolo e nell’interpretazione dei voti, con i centri più grandi a fare la differenza, a cominciare dal comune capoluogo che, tra un’elezione e l’altra, ha cambiato orientamento.

Alla fine, la lista di centro destra ha ottenuto il 51,6% dei voti ponderati, il centro sinistra si è fermato al 27,3% e la lista di levante (da Albissola a Varazze ed entroterra) ha raggiunto il 21,1%. Il centrodestra “Cambiamo la Provincia” avrà cinque consiglieri: Eraldo Ciangherotti (Albenga), Sergio Colombo (Finale Ligure), Luana Isella (Loano), Luigi Bussalai (Savona), Maurizio Briano (Cairo Montenotte). Il centro sinistra “Uniti per la Provincia” sarà rappresentato a Palazzo Nervi da Elisa Di Padova (Savona), Massimo Niero (sindaco di Cisano sul Neva) e Alberto Ferrando (sindaco di Quiliano). La lista territoriale del Levante avrà due consiglieri: il sindaco di Celle Ligure Renato Zunino e il consigliere di Albisola Superiore Sara Brizzo. Tenuto conto dei vari schieramenti si potrebbe prospettare una maggioranza a 6 di centro destra a fronte di una minoranza a 4, con sfiducia al presidente Giuliano, che è del Pd. Ma non mancano gli appelli ad una gestione unitaria della Provincia, che alla vigilia del 90° compleanno sta attraversando uno dei periodi più tormentati della propria esistenza.

 

You may also like...