Ecosavona inaugura impianto di trattamento bio-meccanico dei rifiuti

boscaccio-pretrattamento-render-2

Ecosavona, società controllata al 70% da Waste Italia Spa e le cui quote di minoranza sono detenute dal Comune di Vado Ligure e dal Comune di Savona, ha inaugurato questa mattina il primo impianto europeo su due piani per il trattamento tramite biostabilizzazione dei rifiuti indifferenziati (TMB). Presenti all’inaugurazione anche Monica Giuliano, presidente della Provincia di Savona e sindaco di Vado Ligure e Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona.

La costruzione dell’impianto di pretrattamento dei rifiuti indifferenziati all’interno della discarica di Ecosavona a Vado Ligure è stata realizzata nei tempi previsti, ovvero entro Natale 2016. Il nuovo impianto è il primo in Europa per la sua particolare conformazione su due piani: grazie al TMB (trattamento meccanico biologico) viene effettuata la tritovagliatura dei rifiuti con separazione della frazione secca da quella umida e successiva biostabilizzazione del sottovaglio così ottenuto.

Questo impianto consentirà di trattare fino ad un massimo di circa 100 mila tonnellate l’anno di rifiuto indifferenziato, con notevole risparmio, soprattutto per i Comuni che vi conferiscono da tutto il Savonese (circa 60). A partire dai primi mesi del 2017 verranno pretrattati anche rifiuti come metallo o legno.

“Siamo estremamente soddisfatti – ha commentato l’amministratore di Ecosavona Flavio Raimondo – di aver rispettato i tempi promessi per la realizzazione di un impianto all’avanguardia che permetterà di trattare e separare i rifiuti con un sistema innovativo ed efficace. Questo garantirà ai Comuni e ai cittadini un importante risparmio economico oltre alla riduzione dell’impatto ambientale, diventando così un modello di riferimento dal punto di vista della sostenibilità per tutti i comuni italiani”.

“Si tratta di un impianto fondamentale – ha aggiunto Monica Giuliano –  per tutta la provincia perché ci permette di sviluppare l’intero sistema del ciclo dei rifiuti e diventare autosufficienti rispetto ad altri territori. Sono molto orgogliosa di questa comunità che ancora una volta ha saputo dimostrare grande senso civico e capacità di accoglienza verso i cambiamenti, soprattutto quando si parla di sostenibilità”.

Per il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio si tratta di “un passo in avanti importante, con il completamento di un’opera di grande rilievo per il territorio. Questa struttura all’avanguardia sarà fondamentale per i comuni, compreso il nostro, per offrire un migliore servizio ai cittadini e agli utenti, nonché per raggiungere risultati migliori in materia di raccolta differenziata, allineandoci agli standard richiesti dalle norme e dalla stessa Regione Liguria”.

You may also like...